Motta San Giovanni: l’Amministrazione comunale riceve in dono dall’Ancos-Confartigianato un defibrillatore per uso pubblico

consegna defibrillatoreL’Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive, costituita nel 2002 all’interno del sistema Confartigianato quale articolazione organizzativa autonoma, nell’ambito della campagna per il 5xmille, ha donato alla Città di Motta San Giovanni un defibrillatore da destinare ad uso pubblico.

In occasione della giornata nazionale di consegna ufficiale ai beneficiari, presso la sala del Consiglio comunale di Palazzo Alecce a Motta San Giovanni, il sindaco Giovanni Verduci ha ricevuto il defibrillatore consegnato dal segretario provinciale Ancos di Reggio Calabria, Vincenzo Marra.

“L’Ancos – ha dichiarato Vincenzo Marra – è un’associazione di promozione sociale ed ente nazionale con finalità assistenziali riconosciuta dal Ministero dell’Interno. Mira ad elevare la qualità della vita del singolo, attraverso la promozione di attività ludiche e ricreative e di iniziative di prevenzione e sensibilizzazione, per favorire la socializzazione di chi vive da solo, aiutando concretamente quanti si trovano in situazioni di disagio, sostenendo l’interazione sociale delle fasce più deboli all’interno delle comunità di appartenenza e promuovendo i valori solidaristici e sociali dell’attività di volontariato”.

“Il Contributo 5 per mille – ha quindi concluso i sconsegna defibrillatore 2egretario provinciale – raccolto grazie alla generosità dei contribuenti che hanno usufruito dei servizi offerti dall’Associazione e da tutto il sistema Confartigianato, ha consentito di promuovere e finanziare negli anni numerose iniziative sociali in Italia e all’estero”.

“Siamo contenti di ricevere questo apparecchio salva vita – ha dichiarato invece il sindaco Giovanni Verduci – e per questo l’Amministrazione comunale intende ringraziare l’amico Enzo Marra quale segretario provinciale Ancos e l’onorevole Demetrio Battaglia, segretario provinciale Confartigianato”.

“Vogliamo garantire sicurezza e benessere – ha sostenuto il primo cittadino – quindi presto individueremo il posto più adatto dove installare la teca che custodirà il defibrillatore. Coinvolgendo le associazioni locali promuoveremo corsi di primo soccorso per l’utilizzo del defibrillatore, con l’auspicio che non debba mai servire”.

“Sono consapevole di quanto sia importante questo apparecchio. Da vicepresidente della Provincia – ha quindi ricordato Verduci chiudendo il suo intervento – ho promosso l’iniziativa Sport-Sicuro che ha consentito di donare al Coni trenta defibrillatori da assegnare alle Federazioni e alle associazioni sportive”.

Alla cerimonia di consegna hanno preso parte gli assessori e i consiglieri comunali, alcuni componenti delle associazioni locali di volontariato, la Pro Loco e una rappresentanza degli studenti dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Motta San Giovanni che, dopo aver posto alcune domande, hanno inteso ringraziare l’associazione Ancos per il dono fatto alla comunità mottese.