Messina, ritorna il cordolo sulla Panoramica. Laimo: “peggiorerà la viabilità” [FOTO]

Messina, disposta la ricollocazione del cordolo sulla Panoramica. Al coro di proteste di residenti e commercianti si aggiunge il consigliere Laimo: “abbiamo fatto una raccolta firme per l’eliminazione definitiva, lo spartitraffico peggiorerà la viabilità”

cordolo annunziata panoramica (3)Giungono al termine i lavori di rifacimento del manto stradale in via Nuova Panoramica, disposti per eliminare le banchine e sistemare i marciapiedi danneggiati dalle radici degli alberi. Per lo svolgimento dei lavori è stato disposta anche l’eliminazione del cordolo divisorio tra le due carreggiate, che da tempo, come anche noi più volte avevamo segnalato, costituiva un ostacolo alla circolazione di mezzi dei mezzi di soccorso e alla sicurezza di automobili e motocicli. Per l’eliminazione del serpentone hanno cantato vittoria anche i commercianti della zona, che più volte anche davanti alle nostre telecamere, hanno lamentato di essere stati fortemente danneggiati da quello che oramai da tutti è definito il “cordolo della discordia”. Ma sembrerebbe che fra qualche settimana lo spartitraffico verrà nuovamente collocato al centro della carreggiata e commercianti e residenti ritornano sul piede di guerra.  Al coro di proteste si aggiunge anche il vice presidente vicario della V Circoscrizione Franco Laimo, che insieme al collega Nino Interdonato, già vice presidente vicario del Consiglio comunale, dichiara di aver iniziato una raccolta firme dei residenti e dei commercianti per l’eliminazione del serpentone. “Molto spesso- conferma Laimo- si è verificato che persino i mezzi di soccorso sono rimasti bloccati nelle lunghe code che il “cordolo della discordia” crea ed ha creato quotidianamente. In questi giorni difatti senza tale cordolo la viabilità, nonostante i lavori, è stata abbastanza fluida, aggiunge Laimo-sarebbe più opportuno valutarne l’eliminazione totale, vista peraltro la ristrettezza della carreggiata e le lunghissime code che si creano quotidianamente, ricreando tutt’al più un mini cordolo soltanto nella parte ricadente in prossimità della rotatoria Fortino del Viale Annunziata. Un esempio emblematico di miglioramento della viabilità cittadina- aggiunge il consigliere- è la rimozione di uno storico cordolo in Via Tommaso Cannizzaro incrocio Corso Cavour: dalla rimozione infatti meno file e meno ingorghi si sono verificati”.