Messina, raggiunto l’accordo per il Seguenza: studenti a Cristo Re fino al 31 dicembre

Raggiunto l’ accordo per la prosecuzione dell’attività didattica a Cristo Re dei cinquecento studenti del Seguenza, i rappresentanti dell’Istituto Antoniano di Messina hanno assicurato la loro disponibilità fino al 31 dicembre 2017

liceo seguenza messina (2)Riunione stamani a Palazzo dei Leoni per discutere la situazione dei cinquecento studenti del Seguenza attualmente ospitati presso l’Istituto Antoniano Cristo Re. All’incontro presenti il Sindaco metropolitano Renato Accorinti, il Segretario generale dell’Ente Maria Angela Caponetti, il Dirigente Anna Maria Tripodo, il Dirigente scolastico del Seguenza Lilia Leonardi ed una rappresentanza del corpo docente e dei genitori. Il sindaco Accorinti, soffermandosi sulla grave situazione finanziaria dell’ex Provincia, ha evidenziato le attuali difficoltà economiche che impediscono all’Amministrazione di poter intervenire efficacemente nella risoluzione dei molteplici problemi ma ha altresì assicurato l’assoluto impegno a trovare soluzioni compatibili con le esigenze delle parti che permettano di garantire la continuità dell’attività didattica degli studenti e il pagamento delle mensilità dovute all’Istituto Cristo Re per la locazione dei locali, somme necessarie a garantire le molteplici attività sociali e caritatevoli che insistono nel territorio cittadino. Le parti, concordi sulle linee guida espresse dal Sindaco metropolitano, hanno dato la loro più ampia disponibilità a trovare una soluzione condivisa e, in questa prima fase, l’impegno è stato quello di garantire l’attuale stato fino al 31 dicembre 2017, in attesa di conoscere gli ulteriori sviluppi finanziari di Palazzo dei Leoni. “Ringrazio a nome mio e della Città Metropolitana i Padri Rogazionisti per la massima disponibilità offerta, – ha affermato il Sindaco Metropolitano Renato Accorinti – un’iniziativa unilaterale che viene incontro alle esigenze immediate di 500 studenti del Seguenza e che è assunta senza alcuna certezza economica per l’Istituto Cristo Re vista l’attuale difficoltà finanziaria di Palazzo dei Leoni che, allo stato attuale, non può garantire alcuna solvibilità futura”.