G7 Taormina: ecco i vincitori del Premio Internazionale di giornalismo “Images and Words about Sicily”

La giuria ha premiato gli articoli, i servizi giornalistici e i reportage che oltre a raccontare l’evento politico del G7 sono riusciti a mettere in luce le peculiarità e le attrattive di Taormina e Giardini Naxos, del comprensorio jonico, dell’Etna e, più in generale, della Sicilia

Teatro Greco bandiere G7La giuria del Premio Internazionale di Giornalismo “G7 Taormina – Images and words about Sicily” ha scelto i vincitori che sabato 7 ottobre riceveranno il riconoscimento al Caparena di Taormina. Sono Lucilla Niccolini, giornalista del Corriere Adriatico; Elizabeth Warkentin, giornalista canadese freelance che collabora con la testata on line “The Independent”; la redazione della tv nazionale giapponese MBS TV – Mainichi Broadcasting System e la giornalista di Rai2 Laura Pintus. Il Premio Internazionale di Giornalismo “G7 Taormina – Images and words about Sicily” nasce da una collaborazione tra gli assessorati al Turismo, Agricoltura e Beni Culturali della Regione Siciliana, il Parco Archeologico di Naxos, i Comuni di Taormina e di Giardini Naxos, le Associazioni Albergatori Federalberghi Taormina, Federalberghi Giardini Naxos e Federalberghi Riviera Ionica Messina, il Gal “Taormina-Peloritani” e il Gal “Terre dell’Etna e dell’Alcantara” al fine di promuovere i luoghi del G7.

Teatro Greco gruppo G7«Abbiamo voluto inserire – afferma l’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo – tra le innumerevoli iniziative di prestigio, promosse durante il G7 a Taormina, il Premio Internazionale di Giornalismo per valorizzare l ‘importanza della presenza di oltre 3000 giornalisti provenienti da tutto il mondo e di 120 TV italiane e straniere che, attraverso il loro lavoro e i loro reportage, hanno certamente dato risalto e fatto conoscere al mondo intero la Sicilia e le sue meravigliose ricchezze paesaggistiche, artistiche, storiche ed eno-gastronomiche».   «La grande visibilità offerta dal G7 ha rappresentato una occasione unica per mostrare al mondo il patrimonio culturale e artistico di uno degli angoli più ricchi di testimonianze dell’Isola e dare visibilità anche a ricchezze meno conosciute – commenta l’assessore ai Beni Culturali, Aurora Notarianni – Proprio l’efficacia del messaggio giornalistico durante l’evento internazionale ha ribadito quanto sia cruciale la comunicazione, per la valorizzazione dei beni culturali». La giuria del Premio, presieduta da Italo Mennella (Presidente Federalbelghi Taormina) è composta, oltre che dai membri del comitato promotore, dal presidente dell’Associazione Guide Turistiche Provincia di Messina, dal presidente emerito dell’Uftaa (United Federation of Travel Agents’ Association) e dalla dirigente dell’Ufficio Turistico Regionale di Taormina, che ha curato la segreteria organizzativa dell’evento. Dopo un intenso lavoro di valutazione la giuria ha premiato gli articoli, i servizi giornalistici e i reportage che oltre a raccontare l’evento politico del G7 sono riusciti a mettere in luce le peculiarità e le attrattive di Taormina e Giardini Naxos, del comprensorio jonico, dell’Etna e, più in generale, della Sicilia.

Conferenza stampa G7Per la categoria ‘Carta stampata’ è stata premiata Lucilla Niccolini per l’articolo “Taormina benedetta dagli Dei”, pubblicato sul Corriere Adriatico il 14 giugno, con il quale “ha saputo esprimere attraverso una prosa poetica ed efficace le ragioni della scelta di Taormina sede del prestigioso summit, cogliendone gli aspetti turistici e promozionali più salienti”. Per la categoria ‘Web e blog’ è stata premiata Elizabeth Warkentin per l’articolo “Taormina: 10 things to do in Sicilian town hosting G7 Summit 2017”, pubblicato sul giornale on line “The Independent” – sezione Travel – il 24 maggio. La freelance canadese “è riuscita a sintetizzare in maniera chiara e completa le 10 più importanti ragioni che rendono Taormina una delle sedi più idonee ad ospitare i grandi della Terra, stimolando così la curiosità del lettore e la fantasia del potenziale turista”. Per la categoria ‘Tv e Radio” è stato premiato il servizio giornalistico realizzato dalla tv nazionale giapponese MBS TV - Mainichi Broadcasting System, andato in onda a ciclo continuo all’interno del programma televisivo “Chi chin pui pui” da luglio 2016 fino ai giorni del G7. “Il reportage riesce a trasmettere allo spettatore giapponese le immagini più suggestive di Taormina, sede prescelta per il G7, esaminandone tutti gli aspetti paesaggistici, culturali e gastronomici di maggior fascino”. La giuria del Premio ha deciso, inoltre, di assegnare una menzione speciale alla giornalista Laura Pintus di Rai2 per “aver realizzato nei giorni del G7 molti servizi interessanti dal punto di vista promozionale”. In particolare è stato premiato il servizio sulla visita culturale delle first lady a Taormina, tra le opere di Antonello da Messina e Caravaggio e la degustazione del cioccolato di Modica, andato in onda 27 maggio nell’edizione delle 13.30 del Tg2. I vincitori delle varie categorie ritireranno un voucher valido per un soggiorno di una settimana per 2 persone da usufruire entro il 2018.