Fip Calabria: coach Pronestì scrive ad allenatori e società

21314733_10212546693693826_5057485472489891306_n (1)Fresca di nomina ma con un bagaglio importante a livello di basket giovanile e non solo. Coach Simona Pronestì, nuovo Referente Tecnico Territoriale delle selezioni giovanili maschili di Calabria parla ai suoi colleghi allenatori ed alle società di basket del territorio calabrese: “vorrei condividere con tutti voi l’entusiasmo per il ruolo di Referente Tecnico Territoriale che mi è stato affidato. Sono orgogliosa di aver ricevuto questo incarico. Ho propositi ambiziosi per la nostra regione che, è chiaro, non possono prescindere dal supporto di Comitato, Società, Dirigenti e Allenatori. I punti cardini sul quale ruoterà il mio progetto saranno il monitoraggio del territorio ad ampio raggio, la continuità nell’osservazione dei ragazzi, la disponibilità nei confronti di tutte le società, la realizzazione di eventi che coinvolgeranno il territorio creando opportunità, dinamicità e lavoro in team, con la ovvia la complicità di tutto il sistema cestistico calabrese. Confronto e coinvolgimento saranno un binomio indispensabile dal quale non si potrà prescindere per una solida crescita. A breve, mi piacerebbe poter condividere con tutti gli addetti ai lavori i dettagli di questo percorso. Circa un mese fa il lavoro con i nati del 2004, ho avuto modo di interfacciarmi con un contesto ricco di entusiasmo ed energia, disposto a mettersi a totale disposizione per cercare di dare un contributo alla crescita di un movimento in difficoltà e in affanno. Se c’è energia c’è passione e nessuno vuole deludere ciò per cui ha amore. Ciò significa che ognuno di noi, in modo diverso e spinto da motivazioni diverse, rema per poter portare avanti il sogno di una pallacanestro che sia sempre più in auge, sia per la nostra Calabria, sia per conto di quei ragazzi che ogni giorno credono e vogliono realizzare un sogno. Proprio a questa vostra passione faccio appello, mettendomi a disposizione, nel mio piccolo, come persona e come tecnico, per costruire insieme qualcosa per la nostra terra e per i nostri atleti. Ringrazio chi mi ha sostenuto dandomi fiducia, chi mi sostiene, chi mi sosterrà e mi auguro, con il duro lavoro, di far ravvedere gli scettici. “La strada è quella giusta, sta a noi non accontentarci!”