Falcomatà, ecco l’ennesimo capitombolo: con D’Alema sul palco degli scissionisti che pochi mesi fa lo “inquietavano”

Il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, dopo la rottura con Renzi, guarda con simpatia agli scissionisti di cui pochi mesi fa parlava malissimo

falcomatà (5)Sono passati meno di sei mesi da quando il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, durante il congresso del Partito Democratico al Lingotto di Torino, l’11 marzo 2017, si esprimeva in modo durissimo contro gli “scissionisti” del Pd. “Io la chiamerei separazione – diceva in un’intervista a ‘La Stampa’ - perché la scissione avviene su temi politici. Qui di politica ne ho vista molta poca, e quindi la separazione avviene quando due persone non si sopportano più, e in questo caso quello che ho visto io nel comportamento della minoranza Pd è stato un attacco non su temi politici, ma su un aspetto personale. Cose che con la politica non dovrebbero avere nulla a che fare soprattutto quando si sta all’interno di una comunità, all’interno di una grande famiglia come quella del Partito Democratico. Le correnti si misurano nei congressi, le cose si provano a cambiare dall’interno se si condividono i valori, nel momento in cui la maggioranza da una linea, poi si continua a rimanere all’interno e a lavorare per i successivi appuntamenti, non si va via. Se fosse una separazione temporanea mi inquieterebbe ancora di più, perché dire ‘ritorniamo se cambia il capo’ è una cosa ancora più inquietante perché sarebbe la conferma di quello che ho detto prima“.

Falcomatà era convinto di avere un legame forte con Renzi, e si aspettava un prestigioso incarico nella Segreteria Nazionale del Pd. Renzi, invece, ha scelto l’ex assessore Angela Marcianò e da quel momento Falcomatà ha rotto ogni tipo di rapporto con l’ex premier, arrivando addirittura a criticarlo aspramente nelle successive riunioni di partito. Già più volte, negli ultimi mesi, avevamo paventato l’ipotesi dell’addio di Falcomatà al Pd, con l’avvicinamento al nuovo movimento di sinistra nato proprio dalla scissione. Adesso la conferma arriva proprio dallo stesso Falcomatà che nei prossimi giorni parteciperà in città alla “Festa della Sinistra” organizzata proprio da “Articolo Uno” e “La Sinistra”, i movimenti fuoriusciti dal Pd. A Reggio Calabria arriverà Massimo D’Alema e l’organizzazione della manifestazione è del consigliere regionale Gianni Nucera, capogruppo de “La Sinistra” a Palazzo Campanella. Agli incontri pubblici, che si svolgeranno in un apposito palco allestito a Piazza Indipendenza sul Lungomare, parteciperanno Mercoledì sera D’Alema, poi Giovedì sera proprio Falcomatà insieme al governatore Oliverio. L’ennesimo segnale di un Falcomatà sempre più lontano dal Pd, e sempre più vicino agli scissionisti che pochi mesi fa lo inquietavano.