Daspo, Ultrà Cosenza 1978 Curva Sud: “Se non possiamo protestare preferiamo disertare”

“Se non possiamo protestare preferiamo disertare” il messaggio degli Ultrà Cosenza curva sud dopo i duri provvredimenti della Questura di Cosenza

Ultrà Cosenza 1978 Curva SudPare che le motivazioni siano da ricercare in quanto accaduto alla fine della partita  tra Cosenza e Paganese quando gli ultrà, secondo la questura, avrebbero contestato vivacemente la società del Cosenza Calcio spostandosi nei pressi della Tribuna.

“Gli Ultrà Cosenza Curva Sud in occasione della partita contro la Fidelis Andria di sabato affiancheranno i fratelli diffidati sulla collinetta e quindi diserteranno lo stadio. Nessuno striscione sarà presente…questo è il vuoto che hanno voluto. Tutto questo per protestare contro i provvedimenti repressivi e sproporzionati che hanno visto assegnare Daspo anche di 5 anni con la doppia firma, per una semplice per quanto nervosa contestazione alla società ed alla squadra, che aveva collezionato la terza sconfitta consecutiva.
Dal momento che saranno notevoli le spese legali da affrontare stiamo organizzando un pre-partita presso La Casa degli Ultrà. In questa occasione raccoglieremo il corrispettivo del biglietto, per chi vorrà/ potrà farlo, da aggiungere al fondo cassa che è stato attivato per raggiungere le somme necessarie a tutelare i nostri fratelli nelle sedi opportune.
Stiamo vivendo un periodo difficile, ma sappiamo anche che proprio in questi momenti gli ultrà, i tifosi e la città intera sono pronti a rispondere.
Vi aspettiamo sabato
LA FEDE NON SI DIFFIDA
Ultrà Cosenza Curva Sud