Crociere: Palermo per la prima volta ospita la VII edizione di Italian Cruise Day

Constellation nave da crocieraSarà Palermo ad ospitare, per la prima volta, la settima edizione di Italian Cruise Day, il forum di riferimento in Italia per il comparto crocieristico ideato e organizzato da Risposte Turismo, in partnership con l’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale. L’appuntamento, che si terrà il 6 ottobre al Grand Hotel Villa Igiea, vedrà oltre 250 partecipanti da tutta Italia per un’intensa giornata di studio, confronto e dibattito sulle ultime tendenze, le dinamiche, i processi produttivi, gli attori e le prospettive del settore in Italia.
“Abbiamo scelto Palermo perché è uno dei porti principali della crocieristica italiana, da sempre nella top ten dei porti italiani – ha detto Francesco Di Cesare, presidente di Risposte Turismo, a margine della conferenza stampa di presentazione dell’evento – Italia Cruise Day è una piattaforma annuale di incontro degli operatori, è un progetto itinerante partito da Venezia con l’obiettivo di fare tappa nei porti principali del Paese e in questo senso, se vogliamo, Palermo era anche una scelta naturale”. “E’ per me un onore ospitare a Palermo un evento così importante che da anni sottolinea l’importanza di un settore, quello dell’industria crocieristica, rilevante per numeri e per il nostro prodotto interno lordo – ha aggiunto il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale Pasqualino Monti – L’industria crocieristica ha dimostrato di saper crescere anche nei periodi di peggiori crisi che il nostro Paese ha attraversato negli ultimi anni. Il forum è un’occasione per evidenziare le potenzialità di questo settore”.
Fra le iniziative dell’Italian Cruise Day anche ‘Carriere@ICD’, l’unico career day in Italia dedicato al settore crocieristico che darà la possibilità a 50 giovani di ascoltare presentazioni aziendali e svolgere colloqui ono to one con alcune delle più importanti aziende del comparto.
“E’ un progetto unico nel suo genere – ha spiegato Di Cesare – perché vogliamo credere nella possibilità per i giovani interessati al comparto di costruirsi le condizioni per poter lavorare all’interno dell’industria crocieristica.un modo per avere un po’ più chiaro cosa significa lavorare nella crocieristica e se le occasioni dovessero arrivare loro sono in plancia di lancio per poterle cogliere”.  (AdnKronos)