Cosenza, caporalato: pagati in base al colore della pelle, 2 arresti

Cosenza: operazione contro il caporalato, i Carabinieri hanno tratto in arresto due fratelli

carabinieriI carabinieri della Compagnia di Paola, nell’ambito di un’operazione contro il caporalato, hanno tratto in arresto due fratelli: sono accusati di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, aggravati dalla discriminazione razziale. Secondo quanto accertato, facevano lavorare in nero nella loro azienda agricola migranti africani (oltre a romeni e indiani) e la paga variava in base al colore della pelle: i migranti africani venivano pagati 10 euro in meno al giorno. Le indagini hanno fatto emergere anche le condizioni di lavoro degradanti a cui erano sottoposti i lavoratori, che dormivano in baracche, mangiavano a terra ed erano sottoposti a stretta e severa sorveglianza