Capo d’Orlando: domani sera al Castello Bastione “La notte bianca del vino”

notte bianca vinoUna serata che coniuga la passione per il buon vino, la musica, la danza e la letteratura. Il Castello Bastione di Capo d’Orlando ospiterà domani sera la prima edizione della “Notte bianca del vino”. In vetrina si saranno le migliori espressioni della viticoltura siciliana, ma anche di altre Regioni. Il tutto accompagnato dalle note del sax di Luca Agnello. Durante la serata, inoltre, si terrà l’esibizione di due ballerini di Tango, ma anche lettura di poesie, storie, spiegazioni e degustazioni sul mondo del vino. La manifestazione, che avrà inizio alle 19.30, è organizzata gli Assessorati alla Cultura, alle Pari Opportunità e al Turismo, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e l’Associazione Scuola Europea Sommelier. Nel corso della “Notte bianca del vino” verranno premiate due eccellenze dell’imprenditoria femminile siciliana nell’ambito della produzione del vino di qualità: Arianna Occhipinti e Flora Mondello. “Due donne – spiega il consigliere incaricato alle Pari Opportunità Linda Liotta – che   hanno investito il proprio talento nelle imprese familiari, credendo nel valore della “terra” come un dono che si ha il dovere di lasciare a chi verrà dopo di noi. La cultura delle tradizioni e la ricerca della qualità nel rispetto dell’ambiente, sono gli obiettivi da perseguire come donne e come imprenditrici”“L’iniziativa è la prosecuzione ideale dei Racconti DiVini dello scorso inverno – afferma l’assessore alla Cultura Cristian Gierotto – con il coinvolgimento attivo della nostra biblioteca,continuiamo a celebrare e raccontare il mondo del vino che è un grande ed affascinante libro. A tal proposito, un ruolo di primo piano lo rivestono le enoteche di Capo d’Orlando, che si stanno distinguendo in qualità e competenza”. “E’ un evento unico in Sicilia che mette insieme la scoperta del territorio, la cultura del vino, la musica e la letteratura commenta l’Assessore al Turismo Rosario Milone – una manifestazione che può diventare appuntamento fisso, importante per la promozione turistica nell’ottica della destagionalizzazione”.