Calabria, Oliverio: “mi dispiace che il sindaco Abramo non comprenda l’approvazione della legge sull’istituzione della Zes”

Il Presidente della Regione Oliverio replica al sindaco Abramo

oliverio“Mi dispiace che il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo non comprenda o, consapevolmente, tenda a rimuovere il difficile percorso che ha portato all’approvazione di una legge che, finalmente, condurrà  all’istituzione della Zes (Zona economica speciale) a Gioia Tauro.  E’ questo un obiettivo agitato e perseguito da decenni e mai realizzato, perché contrastato da interessi e da logiche nordiste che ci sono state contro il sud e contro la Calabria. Oggi possiamo dire che, grazie alla nostra iniziativa ed alla capacità di avere determinato le condizioni di un orientamento positivo, da parte del Governo nazionale e da parte dell’Europa, la Zes può diventare una realtà. Non è stato semplice, considerate le candidature in campo di altre realtà del centro-nord, ottenere  questo risultato. Non è un caso che, attraverso un confronto con gli organismi europei, nella legge approvata dal Parlamento, siano state espressamente e rigorosamente fissati i requisiti necessari per l’istituzione delle Zes in Italia (art.4 comma 2 della legge del sud). Il porto di Gioia Tauro, unico in Calabria nella rete Ten-transeuropea, è tra le poche realtà del Mezzogiorno che possiede i requisiti previsti dalla legge. D’altronde, Gioia Tauro è la più importate infrastruttura di transhipment in grado di competere con la grande portualità del nord Europa del bacino del Mediterraneo. Alimentare una polemica localistica non comprendendo o sminuendo la portata del progetto Gioia Tauro, significa muoversi in una dimensione priva di una visione complessiva dello sviluppo della  Calabria. Gioia Tauro, lo ribadisco, è un punto di forza della Calabria e dell’Italia. Attardarsi in polemiche di campanile fa male, in primo luogo ai territori che si rappresentano, a partire dalla stessa città di Catanzaro che, invece, possono trarre occasione di crescita e di sviluppo”.  Lo ha dichiarato in una nota stampa il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio.