Calabria: al 1° Trofeo Scilla e Cariddi, eccellente prestazione dell’atleta Riccardo Ferrara

Al 1° Trofeo Scilla e Cariddi, eccellente prestazione dell’atleta Riccardo Ferrara

Ferrara RiccardoSabato 2 settembre il campo scuola “Cappuccini” di Messina ha ospitato la manifestazione interregionale  1° Trofeo Scilla e Cariddi;  a sfidarsi c’erano le province siciliane e calabresi con le rispettive rappresentative allievi/e e le under 23  maschili e femminili. L’evento sportivo indetto dai Comitati Regionali di Sicilia e Calabria, è stato organizzato impeccabilmente dalla Società Torrebianca, con la collaborazione della Brigata meccanizzata “Aosta” e il patrocinio del Comune di Messina. Ogni rappresentativa ha cercato di mettere in mostra i migliori talenti nelle 5 gare previste dal programma tecnico, per la rappresentativa reggina a mettersi in luce è stato il pesista dell’Atletica Olympus Riccardo Ferrara, il piccolo “gigante” alto 1.95 per 105 di peso, ha scagliato il peso di 5kg a 16.71 metri, vincendo la gara nella categoria allievi, la stessa prestazione gli vale anche il quarto posto nella graduatoria Nazionale di categoria. Riccardo ha scelto di fare atletica e in particolare il getto del peso, pur essendo un promettente portiere, infatti ha indossato nelle categorie giovanili prima la maglia della Reggina e poi quella del Gallico Catona. La motivazione ad esprimersi secondo il suo carattere e le sue capacità fisiche verso uno sport nobile come l’atletica leggera, ha prevalso su tutto. Un ruolo importante sulla scelta di Riccardo, l’ha sicuramente avuto il suo allenatore, il prof. Francesco Raneri, esperto nell’allenare proprio la specialità del lancio del peso, il tecnico della Società Atletica Olympus docente dei lanci nella struttura tecnica della Fidal Calabria,  vanta 16 titoli ai Campioni Italiani con l’atleta Monia Cantarella e un titolo Italiano con Antonio Martino. L’allenatore di Riccardo è sicuro delle potenzialità del suo allievo, che per adesso lancia con la tecnica lineare introdotta tanti anni fa dall’americano Parry O’Brien, e spera che con la più moderna tecnica rotatoria, che sta provando spesso in allenamento, lo porti a raggiungere obiettivi sempre più prestigiosi.

Nella stessa manifestazione la rappresentativa Reggina conquista atri due primi posti, uno con il lunghista dell’Atletica Olympus, Danilo Pallonetto nella categoria Allievi, l’altro con la velocista Beatrice Romeo sempre della Società Olympus nella gara dei 100m under 23. Note di merito per il secondo posto di Giovanni Barletta (Atl. Olympus) nei 400m piani, nel peso assoluti con Domenico Barbaro (Atl. Barbas), Valentina Flachi e Sarah Pennestrì (Atl. Olympus), quarto posto per la locrese Greca Panetta (Atl. Zagara). L’auspicio del Consigliere Comunale con delega allo Sport di Reggio Calabria, Giovanni Latella, è che il “Trofeo Scilla e Cariddi” diventi un appuntamento fisso e che nelle prossime edizioni venga ospitato pure a Reggio Calabria.