Alluvione Livorno, trovato il corpo di una donna: salgono a 7 i morti dell’alluvione

Alluvione, sono sette le vittime accertate del nubifragio che ha devastato Livorno e provincia: è stato trovato il corpo della giovane donna dispersa

livorno1-1-747x420Sono sette le vittime accertate del nubifragio che ha devastato Livorno e provincia: e’ stato trovato il corpo della giovane donna dispersa. Il cadavere di Martina Bechini, 34 anni, e’ stato rinvenuto nella zona dei ‘Tre ponti’. E’ quanto si apprende da fonti dei soccorritori. Manca ancora all’appello, invece, un senzatetto, del quale non si avrebbero piu’ notizie dal momento del nubifragio. Sempre difficile il lavoro dei soccorritori, con grandi quantita’ di fango ancora da spalare e decine di interventi in lista d’attesa: “Nell’immediato – ha spiegato il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, in citta’ per un vertice convocato per fare il punto della situazione – se ci saranno le condizioni, come credo che ci siano, ci sara’ la dichiarazione dello stato d’emergenza che prevedera’ le risorse per intervenire”. Per il ministro, quel che pero’ rafforzerebbe il sistema e’ un Centro meteo nazionale, con delle linee guida generali, “perche’ la meteorologia e’ affidata alle regioni e questo e’ un errore, un errore, grave da segno rosso“: abbiamo bisogno di centralizzare” gran parte di quei poteri che oggi sono affidati agli enti locali. Dopo aver messo in ginocchio la Toscana, l’ondata di Maltempo si sposta verso sud.

La pioggia torrenziale di ieri, a Roma e sul litorale ha impegnato i vigili del fuoco in circa 110 interventi ma e’ sulla Campania che le avversita’ meteo hanno colpito con piu’ veemenza: rilevanti i danni nel Casertano, a Marcianise, dove una ‘bomba d’acqua’ accompagnata da chicchi di grandine in qualche caso ‘grandi come palle da tennis’ ha danneggiato tetti e centinaia di auto. Si segnalano muri crollati, black out temporanei e strade allagate, anche nella vicina Capodrise. Nel Napoletano, dove gia’ da ieri il mare mosso e i venti forti hanno condizionato i collegamenti con le isole del Golfo, le piogge intense hanno provocato disagi a Torre Annunziata e nella zona di Giuliano. Scuole chiuse a Torre del Greco e anche nel Salernitano, dove la prima campanella del nuovo anno scolastico e’ slittata di 24 ore. Una colata di fango e detriti e’ scesa da Monte Laura tra Montoro e Forino, nell’Avellinese, in una zona che un mese fa era stata gravemente colpita dagli incendi. Problemi anche per alcune linee ferroviarie regionali, con pesanti ripercussioni sulla circolazione dei treni. In Calabria e’ tornata alla normalita’ la circolazione sulla A2 “del Mediterraneo” dove era stato provvisoriamente chiuso al traffico il tratto nord compreso tra gli svincoli di Bagnara e Scilla, in provincia di Reggio Calabria.

A Catanzaro, a seguito dei messaggi di allerta meteo emessi dalla Protezione Civile regionale, il sindaco Abramo ha chiesto di riunire d’urgenza il Centro operativo comunale. Massimo livello di allerta meteo anche per una serie di comuni delle province di Vibo Valentia e Crotone, ritenute le aree maggiormente a rischio. Un violento nubifragio nella notte ha colpito anche Palermo provocando allagamenti dalle borgate marinare di Mondello e Sferracavallo ai sottopassi di via Ugo la Malfa e via Regione siciliana, fino alle vie del centro storico. Disagi pure nei centri della provincia, da Montelepre e Cefalu’. Le istituzioni “devono collaborare senza polemiche”: questo l’invito arrivato dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, dopo la tragedia di Livorno. “Alle vittime va la solidarieta’ del Paese intero, invito tutti a collaborare tra istituzioni senza polemiche, mettendo al centro l’interesse della comunita’. Bisogna pensare al lavoro di soccorso e di ricostruzione, di questo ha bisogno Livorno e il Paese”. Sulla stessa lunghezza d’onda la presidente della Camera, Laura Boldrini: “Non e’ tempo delle polemiche. Ora sarebbe auspicabile pensare alle persone e non a scaricare le responsabilita’”. Fermo restando che “l’emergenza numero uno e’ la messa in sicurezza del territorio”. Anche il segretario del Pd, Matteo Renzi, ricorda che a Livorno “c’e’ stata una strage” e afferma che almeno “quando ci sono ancora i morti da seppellire” si dovrebbe evitare “la polemica politica”.