A Sant’Ilario dello Ionio “family reunion” lo storytelling infotainment di Fulvio D’Ascola

FB_IMG_1505462356219La musica, la sociologia del territorio , video, canzoni, storie raccontate, tra conflitti razziali, guerre, conflitti etnici, sono i temi trainanti di “Family Reunion” lo storytelling del sociologo Fulvio D’Ascola ,esperto in musica e comunicazione. La linea narrativa attraversa una story board che coinvolge il pubblico. Sabato 16 settembre, a Sant’Ilario dello Ionio  ,in occasione dell’incontro pubblico condotto da Maria Teresa D’Agostino, con Pietro Bartolo, medico da 30 anni in prima linea a Lampedusa per salvare vite di migranti, protagonista di “Fuocoammare” (2016),il docufilm che testimonia la tragedia del Mediterraneo, firmato da Gianfranco Rosi e premiato con l’Orso d’Oro.L’evento è organizzato nell’ambito del progetto SPRAR di Camini, Sant’Ilario e Ferruzzano, gestito dalla Eurocoop “Jungi Mundu ,con il patrocinio del comune di Sant’Ilario.

Ritorna la collaborazione tra Fulvio D’Ascola  e il progetto S.P.R.A.R., dopo l’esordio di maggio nell’evento “Rifuggire rinato”  realizzato a Cardeto a maggio. “Family Reunion” rilancia le storie che parlano delle prime migrazioni italiane, di Martin Luther King,dei conflitti razziali americani degli  anni  sessanta,di nuove migrazioni.Uno strorytelling diviso tra video,musica e parole,che percorre i territori della cultura afro americana tra il Rasta , il Reggae e la musica Soul,con le suggestioni delle canzoni ,tra gli altri, di Sam Cooke,Otis Redding,Marvin Gaye,Ray Charles,Bob Marley, Jimmy Cliff e Youssou’n Dour .