A Reggio Calabria il I seminario nazionale su “La valutazione dei rischi sommersi, emersi ed emergenti nei luoghi di lavoro”

A Reggio Calabria si svolgerà il I seminario nazionale su “La valutazione dei rischi sommersi, emersi ed emergenti nei luoghi di lavoro”

Sicurezza luoghi di lavoro“La valutazione dei rischi sommersi, emersi ed emergenti nei luoghi di lavoro”, questo il titolo del l Seminario Nazionale ECM organizzato dal SAIL626 srl – Sicurezza Ambiente Igiene sul Lavoro –  con il patrocinio dell’Ordine dei medici chirurghi e Odontoiatri di Reggio Calabria. Il seminario nazionale sulla valutazione dei rischi di non facile individuazione, sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro e delle patologie correlate, si terrà a Reggio Calabria il 29 settembre prossimo, presso l’auditorium dell’Università della Terza Età (UNITRE, Via Willermin 12). La sessione mattutina dei lavori, moderata dal Dirigente Medico ASP Reggio Calabria Dott.ssa Carmen Miranda Monteleone, dal titolo “Amianto: presente, passato e futuro. Aspetti epidemiologici e di prevenzione” si concentrerà sulle problematiche legato all’uso e all’esposizione a questo minerale nocivo, gli effetti sulla salute e le malattie correlate, dall’asbestosi alle diverse forme tumorali. Dopo la lectio magistralis del Dott. Giuseppe Saffioti, Dirigente Responsabile UST Sicilia- Calabria rfi spa, sul tema “Accertamenti tossicologici nei lavoratori addetti a mansioni a rischio: attualità e prospettive”, si avvierà poi la sessione pomeridiana intitolata “Rischio biologico e occupazionale”, moderata dal dott. Concetto Giorgianni, Dirigente Medico Az. Osp. Univ. “G. Martino” di Messina, in cui si parlerà dei rischi legati alle malattie infettive in ambito occupazionale e alla loro prevenzione, soffermandosi in particolar modo sulla tubercolosi, malattia che sembrava debellata ma che è purtroppo tornata in primo piano con diversi casi negli ultimi tempi.