Sicilia esempio per rilancio cultura e turismo, con nuove tecnologie e imprenditoria

Roberto Celli, realizzatore della mostra Unescosites, spiega l’importanza del legame tra ‘arte e tecnologia’, un connubio perfetto capace di promuovere lo sviluppo culturale e turistico in Sicilia

first ladies caravaggioUn turismo nuovo, che guarda al futuro e ai giovani, che valorizza la cultura e la capacità degli imprenditori italiani. Sono stati questi gli elementi che hanno caratterizzato la mostra di Taormina che ha incantato le First Ladies durante il G7. Cultura e turismo sono stati separati da interlocutori istituzionali di miope e modesto spessore“, è la premessa da cui parte Roberto Celli, realizzatore della mostra Unescosites, per fornire un’analisi su cui porre le basi per poter rilanciare questi due importanti risorse del nostro Paese.

Il turismo culturale costituisce il grande segmento per una ripresa economica e contribuisce ad apportare valore al luogo. Ma quali sono i percorsi da tracciare per intraprendere questo cammino?Affidare ad imprenditori visionari la missione di promuovere davvero il territorio con progetti che mettano assieme cultura, turismo e nuove tecnologie, sappiano valorizzare l’economia di un territorio, scardinando così la burocrazia e le inefficienze del sistema pubblico” L’ingegnere racconta così sulle pagine de La Nazione un circolo virtuoso concreto che può attivare una competizione in luoghi lontani dal turismo di massa, ma altrettanto affascinanti da diventare patrimonio dell’umanità.

Beni Culturali si sente protagonista di questo processo, intendiamo gli eventi culturali da noi prodotti come sintesi straordinariamente fortunata, della capacità di emozionare il pubblico, in grado di meravigliare, stupire, capaci di allargare i confini spazio-temporali degli eventi in una visione destrutturata e innovativa della condivisione e dello scambio“. Ottimo esempio è stato, infatti, l’evento Unescosites “tramite lo stretto legame ‘arte e tecnologia’, sfruttando le nuove potenzialità della ricostruzione tridimensionale e della realtà virtuale, fa vivere un’esperienza unica nel suo genere, quasi magica e si basa sul concetto di edutainment, cioè crescere divertendosi. Con la volontà dichiarata di coinvolgere anche il pubblico giovanile, protagonista della società del futuro che dovrà tendere allo sviluppo sostenibile ed ecocompatibile del territorio grazie alla ricerca scientifica imprenditoria visionaria”.