Si conclude ufficialmente la prima edizione del “Scilla FilmFest – Cinema arte e cultura”

Grande successo per la prima edizione del “Scilla FilmFest – Cinema arte e cultura” che è giunta ufficialmente alla conclusione

Scilla (3)Si è conclusa qui a Scilla la Prima edizione di “Scilla FilmFest – Cinema arte e cultura”. Nonostante il low budget del progetto e la nota difficoltà che la novità di un evento di cinema come questo porta con sé, l’affluenza del pubblico ha certificato il valore ed il pregio della manifestazione. Queste tre intense giornate, svoltesi dal 28 al 30 luglio, tra le location del Castello Ruffo, il Borgo di Chianalea e l’Arena allestita in Piazza San Rocco, hanno visto la partecipazione di un pubblico appassionato, entusiasta e felice di aver avuto l’occasione di ascoltare protagonisti del Cinema italiano.

La pima giornata del 28 luglio ha visto sul palcoscenico, tra i vari, l’artista di eccellenza Manuela Metri, madrina dell’evento presentati dalla briosa ed elegante Alessandra Giulivo che, insieme, hanno egregiamente introdotto i cortometraggi e le proiezioni in scaletta della serata. La serata si è accesa con la proiezione dello spot “Scilla: mito contemporaneo”, regia di Antonella Postorino e direttore della fotografia Demetrio Caracciolo, risultato di un laboratorio allestito dal Gruppo Xiphias. Durante la serata si è assistito a performance artistiche di registi e attori di grande livello: da “Fatima”, regia di Mario Vitale, a “Sulle rive di Morfeo”, regia di Cinzia Colacresi. A seguire i lungometraggi: “Capo famiglia”, regia di Salvatore Borrelli, e “Faida”, regia di Paolo Pecora. La serata è terminata con gli applausi di una platea numerosa ed i ringraziamenti finale del direttore Michele Geria e dell’organizzatore Nova Star Italia di Mimmo Porcino all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pasqualino Ciccone per il piccolo contributo avuto e la Proloco di Scilla per la sponsorizzazione ottenuta da parte loro. Molto interessante in questa prima giornata e meritevole di grande attenzione l’iniziativa, lanciata da Michele Geria, della tavola rotonda “Cinema, Ambiente e Paesaggio” nella sala del Castello Ruffo con la partecipazione dei sindaci della Costa Viola invitati ed intervenuti ai lavori. Presenti il padrone di casa Pasqualino Ciccone, il sindaco di Villa San Giovanni, Maria Grazia Richichi, il sindaco di Seminara Giuseppe Piccolo, il Sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio ed il vice sindaco di Bagnara Calabra, Mario Romeo.

Molto attesa la giornata del 29 luglio che ha entusiasmato tutti quanti con un palcoscenico dinamico e divertente dove si sono alternate battute e performance artistiche originali come quella del giovanissimo attore calabrese Christian Borromeo, pupillo della stimatissima Fioretta Mari che lo ha presentato come “il nuovo Di Caprio”. La estrosa Fioretta Mari insieme alla madrina “disturbatrice” Manuela Metri che agiva dal backstage, provocavano insieme alla sempre pronta e spiritosa Alessandra Giulivo gli ospiti presenti al dibattito con “la Fionda dei desideri” con cui sono piovuti dal palcoscenico desideri e auguri per la “neonata Scilla FilmFest”, in ordine di scaletta, il regista Renato Pagliuso accompagnato dagli attori Marco Silani e Paolo Mauro, per il film “Racconto calabrese”. Grande emozione e commozione per il “Tributo a Pasquale Squitieri” che la direzione ha voluto dedicare alla figlia Paola, ospite di prestigio, e che ha regalato sul palcoscenico un racconto tutto intimo di un vissuto padre-figlia alle prese con la cinepresa e con lettura dal vivo di un passaggio della grande opera “Li chiamarono… i briganti!”, proiettato subito dopo. Grande entusiasmo per la presenza sul palcoscenico del regista e sceneggiatore romano Federico Moccia, ospite d’eccezione, che ha lasciato al pubblico la lettura stralciata di un passaggio del nuovo romanzo “Tre volte te” raccontando l’evoluzione degli amati e noti personaggi di Step e Baby in una nuova dimensione più matura. Sarà di nuovo Scamarcio il più maturo Step? Chissa! Al Castello Ruffo, si è svolta la Masterclass “L’essere attore. Ciack d’autore” coordinata dal regista Dimi De Delphes e da Antonella Postorino, dove l’eclettica Fioretta Mari, che ha presentato il libro “Ciao Artista”, scritto a quattro mani con la stessa Manuela Metri ha offerto una lezione attoriale con particolare accento sulla dizione coinvolgendo gli studenti in performance estemporanee, nella stessa giornata i giovani presenti hanno potuto confrontarsi con Federico Moccia.

Alle 22,30 nel borgo di Chianalea gli allievi della masterclass si sono esibiti in uno spettacolo di strada dal titolo “L’Essere Attore. Ciak d’Autore”, mettendo in scena brani di film famosi in tema con le specificità del Film Fest.

Nella serata finale del 30 luglio “La fionda dei desideri” di Manuela Metri ha visto i lanci dal palcoscenico di Toni D’Angelo con il suo ultimo film “Falchi”, il regista Massimo Scaglione con il suo ultimo film “Il mondo di mezzo” accompagnato dall’attore protagonista del film Tony Sperandeo che ha deliziato il pubblico con alcune sue performance da grande attore qual’è. La Fionda dei desideri ha visto anche il lancio dal palcoscenico del regista calabrese Mimmo Calopresti presente con il suo film “La felicità non costa niente”. Gran Finale con le premiazioni dei cortometraggi e film che sono stati presentati alla Prima edizione di Scilla FilmFest, dove la Giuria sotto la presidenza di Fioretta Mari, composta dalla Madrina Manuela Metri, il Direttore Michele Geria, la presentatrice Alessandra Giulivo, l’organizzatore Mimmo Porcino, la produttrice Paola Squitieri, l’avvocato Flaminia Luccardi e l’architetto Antonella Postorino hanno premiato i rispettivi vincitori con le magnifiche targhe del Maestro Orafo G. B. Spadafora.

Miglior Film a Falchi di Toni D’Angelo, Miglior Regia a Sulle rive di morfeo di Cinzia Colacresi, Miglior cortometraggio a Fatima di Mario Vitale, Miglior attore a Costantino Comito per Fatima, Miglior Attrice a Miriam Guinea per Sulle rive di morfeo, Miglior Attore emergente a Fabrizio Barbuto per Capofamiglia di Salvatore Borrelli, Miglior attrice emergente Giulia De Luca per Fatima ed infine Premio della Critica a Ghange di Christian Naccarato.

Momento magico quello prima dei saluti finali. Colpo di scena! il giovane premiato attore Fabrizio Barbuto chiede la parola e racconta, coinvolgendo l’intera platea, la sua grande emozione per aver sognato da bambino l’incontro con Fioretta Mari e, ringraziando sua mamma, invitata a salire sul palco, per avergli concesso di portare avanti il suo sogno di attore, omaggiandole il premio ricevuto, commuove tutti i presenti.

Si è chiusa così la prima edizione della neonata Scilla FilmFest tra gli applausi e tanta commozione e con l’invito del Direttore Michele Geria e dell’organizzatore Nova Star Italia di Mimmo Porcino all’appuntamento della prossima edizione ringraziando tutto lo staff di collaboratori.