Scuola, il Consiglio dei Ministri sblocca oltre 58mila assunzioni

scuolaIl Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione On.  Marianna Madia e secondo quanto illustrato dal titolare dell’Istruzione, , dell’università e della ricerca , Sen. Valeria Fedeli., ha approvato, nella Seduta n. 41 del 7 agosto 2017. tre diversi decreti, che autorizzano il MIUR ad attivare le procedure  volte ad assumere, a tempo indeterminato, sui posti effettivamente vacanti e disponibili, ● 259 dirigenti scolastici, ● 51.773 unità di personale docente, ● 56 unità di personale educativo e ● 6.260 unità di personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), per l’anno scolastico 2017/2018. Un somma totale di 58.348 posti a tempo indeterminato , questa la cifra raggiunta grazie ad un faticoso accordo tra Ministero dell’Istruzione e ministero dell’Economia per trasformare 15.100 posti dell’organico di fatto, assegnati ogni anno a supplenti, in altrettanti posti dell’organico di diritto da coprire con docenti di ruolo con contratti a tempo indeterminato. Ai 15 mila posti «trasformati» si aggiungono 21 mila posti rimasti liberi in seguito ai pensionamenti (il turnover autorizzato dal MEF) e i posti già vacanti e disponibili, circa 16 mila. Inoltre si apprende ora che I Ministeri interessati hanno autorizzato l’assunzione degli ultimi candidati idonei della graduatoria del concorso per Dirigenti Scolastici del 2011. L’assunzione può essere attuata anche su base interegionale sul 20% dei posti disponibili nelle varie Regioni.