Regione Calabria: operazioni di gara relative all’affidamento dei servizi informatici

In Calabria sono state concluse le operazioni di gara relative all’affidamento dei servizi informatici in uso al settore tributi della Regione

cittadella regione calabriaLa Stazione Unica Appaltante – informa una nota del’Ufficio stampa della Giunta – ha concluso le operazioni di gara relative all’affidamento dei servizi informatici in uso al settore tributi della Regione, formulando, così come previsto dal codice dei contratti, al Dipartimento “Bilancio” la proposta di aggiudicazione, che – salvo motivi ostativi – dovrebbe essere conclusivamente formalizzata entro dieci giorni. A tal proposito, il Vicepresidente ed Assessore al Bilancio Antonio Viscomi  ha fatto questa dichiarazione: “Sono sicuro che la gara sui servizi informatici per i tributi regionali passerà nei libri di economia come prova provata dell’utilità della competizione in un regime di libera concorrenza: ciò che fino a ieri è costato più di quattro milioni e mezzo di euro da oggi costa solo due milioni e mezzo, anzi di meno, a ben vedere, perché con questo stesso prezzo oggi è stato pure introdotto un innovativo Contact Center, che prima non c’era, riservato esclusivamente al mondo delle imprese e dei cittadini che si interfacciano quotidianamente con il Dipartimento Agricoltura. Come è stato possibile tutto ciò? Con una ricetta semplice: assicurando condizioni di accesso che hanno consentito la partecipazione di due operatori economici ad una gara che tradizionalmente ha visto sempre la partecipazione di un unico operatore. I due operatori oggi hanno presentato offerte economiche con un ribasso significativo: uno ha ribassato l’importo a base d’asta del 41,89%, l’altro del 47,50%. Il ribasso, pur così elevato per entrambi gli operatori, non è stato giudicato anomalo. Anomalo, semmai, a ben vedere, era l’importo a base d’asta stabilito in euro 4.750.000, oltre iva, che però, a dire il vero, era stato stimato in modo corretto e cioè tenendo conto della spesa storica sostenuta dalla Regione per il servizio appaltato: in altri termini, di quanto si pagava prima. Sicuramente c’è da considerare che la riduzione dei costi è un tratto caratteristico dell’innovazione tecnologica la cui evoluzione è caratterizzata da una curva che mette insieme miniaturizzazione dei sistemi, incremento della potenza di calcolo e riduzione appunto dei costi. E tuttavia mi pare che una riduzione di tale portata sia veramente emblematica degli effetti positivi della competizione in un mercato libero tra operatori economici egualmente validi. Ciò conferma l’importanza di assicurare sempre la più ampia partecipazione degli operatori economici alle gare pubbliche: quando l’aggiudicazione è effettuata tenendo conto non solo del massimo ribasso ma anche della qualità del prodotto o del servizio reso, la libera competizione tra imprese comporta sempre un beneficio per i cittadini ed una riduzione della spesa pubblica. Anche in tal modo si interviene sulle incrostazioni, anche procedurali, più volte denunciate dal Presidente Oliverio”. o.m.