fbpx

Reggio Calabria: rubata una statua della Vergine Maria dalla parrocchia di S. Biagio di Gallico

Vergine MariaUn grave ed deplorevole atto è stato perpetrato ai danni della parrocchia di S. Biagio V.M. di Gallico Supre. guidata da Don Gaetano Galatti. È stata sottratta la statuina lignea raffigurante la Vergine Maria, prodotto dell’artigianato del Camerun, offerta da Padre Franco Saraceno negli anni novanta, al ritorno da un suo viaggio nel paese africano, a quella che è stata la sua chiesa di formazione. La piccola scultura, sicuramente non di elevato valore artistico e commerciale, aveva però acquisito nel tempo un significativo valore affettivo e simbolico. Posta  su uno degli altari laterali, ha per anni testimoniato l’azione missionaria della chiesa in paesi dove l’attività di evangelizzazione si accompagna al  sostentamento e all’istruzione di fratelli meno fortunati di noi.  È un gesto vandalico che si ascrive all’attuale cultura sprezzante dei valori e delle regole considerati limiti alla libertà individuale e non indispensabili ideali  per una buona qualità della vita forse perché ci interpellano incessantemente ponendoci davanti allo sfascio causato dalle nostre miserie e alle responsabilità nei confronti di noi stessi, dei fratelli e del Divino. Le comunità parrocchiali di Gallico, i gruppi, le associazioni culturali, sociali e sportive si ritrovano uniti “nel condannare una simile azione che degrada ogni individuo e la comunità gallicese. Auspichiamoci che l’autore o gli autori ritrovino un barlume di dignità intellettuale e morale e ripongano  al più presto la statuine nel suo sito”.

Foto di repertorio