Reggio Calabria, Putortì: “Valanidi martoriata dall’assenza di acqua. Perchè non delle vasche a monte?”

Valanidi, Putortì sollecita soluzione per grave crisi idrica: “perché non delle vasche a monte?”

Foto_GPutortìIl comprensorio del Valanidi é martoriato come ogni estate da mancanza di acqua nelle abitazioni. “Un problema vecchio al quale quasi da sempre si é cercata una soluzione, come il drenaggio delle pompe di sollevamento a valle…ma perché non risolvere il problema una volta per tutte a monte? Le zone montuose del Valanidi godono di falde acquifere consistenti che ovvierebbero, se adeguatamente sfruttate (nei limiti delle difficoltà logistiche), ai tanti disagi patiti dalla popolazione soprattutto nel periodo estivo. Il mio suggerimento è quello di creare delle vasche a monte cosi da risolvere in loco la problematica, l’acqua arriverebbe in tutte le abitazioni per inerzia di caduta, con margini di risparmio e risolvendo questo problema, purtroppo ormai di routine che dovrebbe essere affrontato analizzando tutte le soluzioni alternative possibili e attuabili. È necessario un massiccio piano di interventi per Valanidi, un’area che può benissimo essere considerata simbolo dell’amnesia dell’amministrazione comunale che aveva imbottito di promesse elettorali i suoi abitanti, lasciati adesso in balia di problematiche, impossibili da nascondere ancora sotto il tappeto e ormai sotto gli occhi di tutti: strade al collasso e in alcuni tratti pericolosamente prive di guardrail, perdite idriche e fognarie (come attenzionato con sit-in di Fratelli d’Italia nel Rione Trapezi qualche settimana fa). Auspico un sincero cambio di marcia da parte dell’amministrazione: la popolazione di Valanidi pretende attenzione e serietà!” conclude Giuseppe Putortì Presidente circolo Fdi-AN “Giorgio Almirante”