Reggio Calabria: la Camera di commercio stanzia 64mila euro per i progetti di Alternanza Scuola – Lavoro all’estero

Scuola – Lavoro, la Camera di commercio di Reggio Calabria stanzia 64mila euro

scuolaQuesta l’opportunità offerta attraverso INFORMA, Azienda Speciale della Camera, agli Istituti Superiori della Città Metropolitana di Reggio Calabria: € 64.000,00 con un contributo erogabile fino ad un massimo di € 8.000,00 ad Istituto Scolastico che potrà essere utilizzato anche per le spese di Tutoring Aziendale. Negli ultimi anni, il ruolo delle Camere di Commercio sui temi dell’orientamento, dell’alternanza scuola-lavoro e dell’incontro domanda-offerta di formazione e lavoro si è progressivamente ampliato e rafforzato, anche per effetto dei provvedimenti normativi che hanno riconosciuto al Sistema Camerale specifiche competenze e funzioni.  “La Camera di commercio di Reggio Calabria ha inteso dimostrare ampiamente il valore che attribuisce al sistema di alternanza tra scuola e lavoro – dichiara il Presidente dell’Ente Antonino Tramontana –  individuando come proprio progetto strategico per il 2017 l’erogazione di contributi a fondo perduto alle Scuole Superiori della Città Metropolitana di Reggio Calabria volti a favorire la progettazione di percorsi di qualità. Il lavoro è un luogo educativo, una sorgente culturale, perché il pensiero si forma nel rapporto con la realtà. Fare alternanza significa quindi lavorare insieme scuole e imprese sulle competenze dei ragazzi per formare il capitale umano del futuro”.

 “Abbiamo scelto di agevolare in modo particolare le esperienze all’estero o in aziende o Enti che operano in contesti internazionali, – aggiunge Rocco Leotta Presidente di INFORMA – tenuto conto dell’indubbio valore formativo che un periodo di formazione all’estero rappresenta per uno studente della scuola secondaria di 2° grado sotto il profilo personale, culturale e professionale”. Le scuole potranno anche usufruire dell’intesa nata grazie alla collaborazione tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Unioncamere, con il tramite di Assocamerestero. In virtù di questo Accordo, infatti, le Camere di commercio italiane all’estero di 12 Paesi dell’Unione europea e della Turchia ospiteranno percorsi di Alternanza che verranno svolti dai ragazzi o presso le strutture camerali o, con il tutoraggio delle Camere italiane all’estero, presso imprese estere affiliate. Alle aziende con sede in Italia è richiesta obbligatoriamente l’iscrizione al Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro. “La tenuta del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro è una delle nuove funzioni che il decreto di riforma, attribuisce alle Camere di commercio”, sottolinea ancora il Presidente Tramontana. “Il tema dell’orientamento e dell’alternanza è da tempo caro al sistema camerale, che da oltre 10 anni è impegnato a favorire un dialogo proficuo tra mondo della scuola e sistema produttivo, colmando così una lacuna del nostro mercato del lavoro. Ora, grazie a Internet, questo sarà veramente a portata di mano, semplice, trasparente e a costo zero”.

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse, esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC), a informa@rc.legalmail.camcom.it  a partire dal 7 agosto 2017 e fino al 9 settembre 2017.