fbpx

Reggio Calabria: il “vermocane” sta nuovamente infestando lo Stretto di Messina: boom di segnalazioni [FOTO]

/

Il vermocane è stato avvistato da alcuni bagnanti sulle spiagge di Bocale e della Sorgente a Reggio Calabria

vermocane (2)E’ stato avvistato sia sulla spiaggia di Bocale, nel reggino Jonico e sia proprio nella spiaggia della Sorgente a Reggio Calabria, il pericolo “vermocane” pericoloso verme marino sta infestando lo Stretto di Messina. Il vermocane (Hermodice carunculata), detto anche “vermocane“, “vermecane”, “verme cane”, “verme di fuoco” o “verme di mare”, è un verme marino appartenente al philum degli Anellidi, alla classe dei Policheti, all’ordine degli Erranti e al sottordine degli Anfinomidi. Questo verme, che presenta un corpo formato da una catena di anelli, chiamati metameri e si muove attivamente, popola i fondali marini, soprattutto rocciosi, dei mari tropicali e sub-tropicali, Mediterraneo compreso. Specialmente nei fondali mediterranei si può trovare a basse profondità (a partire da 7 metri circa),  nascosto tra gli scogli o rasente ad essi.

Le setole bianche di cui è dotato il vermocane, sono provviste di tossine e sono in grado di infliggere dolorose irritazioni e poiché tali strutture entrano facilmente sotto la pelle, risultano difficili da togliere e per estrarle, ci si può aiutare con un nastro adesivo, trattando poi la parte interessata, che si presenta gonfia ed arrossata, con ammoniaca ed alcol.

Foto di Giuseppe Costarella