fbpx

Reggio Calabria: arrestato per droga, 28enne scarcerato per insussistenza dell’ipotesi di reato

SaricaIl giorno 27.06.2017 i Carabinieri di Reggio Calabria traevano in arresto Sarica Antonio, 28 anni, perché rinvenuto in possesso di gr. 40 di una sostanza dagli stessi valutata come cocaina, presente all’interno di una abitazione che, pur non coincidendo con il suo domicilio, era a lui in uso. Nel corso della medesima operazione, gli sequestravano la somma di € 450,00 considerandolo il provento del reato. Presentato dinanzi al gip presso il Tribunale di Reggio Calabria per la convalida dell’arresto veniva sottoposto alla misura cautelare degli Arresti Domiciliari. Il giovane, dopo l’applicazione della misura, affidava la difesa all’Avv. Attilio Parrelli che, subentrando al precedente difensore, rivolgeva al Pm procedente i propri dubbi in ordine alla riferibilità del ritrovamento al proprio assistito, posto che l’abitazione era in uso anche ad altri familiari, ed in ordine all’attendibilità del tipo di “narcotest” utilizzato per l’accertamento della natura stupefacente, insistendo per la necessità di svolgere una perizia. Gli esami chimici sulla sostanza sollecitati dall’avv. Parrelli rilevavano che la sostanza in sequestro non era cocaina ma mannitolo. L’avv. Parrelli, pertanto, presentava al GIP feriale richiesta di immediata liberazione del proprio assistito sostenendo che quanto sequestrato, non essendo compreso nella lista delle sostanze “droganti”, non integrava alcuna ipotesi di reato. Il GIP, su conforme richiesta dell’Ufficio di Procura, accoglieva l’istanza difensiva e disponeva l’immediata liberazione del Sarica per insussistenza dell’ipotesi di reato.