fbpx

Nebrodi, boom di presenze nel Parco a Ferragosto

Grande numero di presenze al Parco dei Nebrodi con un flusso turistico che rimane alto grazie al lavoro degli ultimi anni

nebrodi panoramaBoom di presenze nel Parco dei Nebrodi, con una massiccia richiesta di prodotti e servizi di ogni tipo: dalle escursioni alle visite nei Musei, alle tradizionali mangiate fuori porta nei tipici locali senza tralasciare l’acquisto dei prodotti della gastronomia e dell’artigianato dei Nebrodi.

Grande l’interesse non solo per le tradizionali mete naturalistiche ma anche per i centri storici dei diversi Comuni del Parco che hanno messo in vetrina il meglio della tradizione e dell’accoglienza, grazie anche all’allestimento di numerosi spettacoli di differenti generi, proprio per accontentare il numeroso flusso turistico.

Numerosi i curiosi che hanno preso d’assalto i luoghi del set del film “Sicilian ghost story”, girato sui Nebrodi come per esempio il lago Maullazzo e sportivi, a testimonianza delle potenzialità di una palestra a cielo aperto, in mezzo alla natura, con paesaggi di indescrivibile bellezza.

Nebrodi per tutti commenta il Presidente Giuseppe Antoci, visibilmente soddisfatto anche della scia di commenti positivi a margine del concerto di qualche giorno addietro presso il bosco di Mangalaviti che ha rappresentato un punto di svolta, testimoniando come il Parco sia punto d’incontro di tutti i soggetti interessati allo sviluppo del territorio, in tutte le sue potenzialità, come per esempio l’arte musicale.

Tra i vari gruppi presenti all’interno del Parco nel periodo estivo, un plauso particolare vada ai numerosi gruppi Scout che hanno scelto il Parco dei Nebrodi –commenta Giuseppe Antoci – come luogo per formare ed addestrare alla disciplina ed alle esperienze della vita tantissimi giovani.

Il nostro Parco e la sua natura si confermano destinazione di eccellenza e meta di turismo sostenibile, a trecentosessanta gradi: sono  i frutti del lavoro di questi anni conclude Antoci