Messina, scoperta piantagione di canapa indiana: in manette 23enne [NOME e DETTAGLI]

Scoperta a Messina piantagione di canapa indiana, i militari hanno rinvenuto circa 40 piante  di altezza  tra i 70 e 200 cm

2017-08-19-PHOTO-00000012Sabato scorso i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Centro, coadiuvati da personale della Stazione di Castanea e dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”, impiegato per intensificare i servizi di controllo nel territorio peloritano, hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Ferri Santi Simone, classe ’93, incensurato.

A seguito di perquisizione domiciliare estesa anche sui terreni di pertinenza, infatti, i militari hanno rinvenuto circa 40 piante di canapa indiana di altezza variabile tra i 70 e 200 cm, regolarmente innaffiate tramite apposito sistema di irrigazione mentre nel capanno adibito a ricovero attrezzi era stato realizzato un essicatoio artigianale con lampade alogene. Occultati in vari luoghi all’interno dell’abitazione, i carabinieri hanno rinvenuto circa 20 grammi di marijuana ed un bilancino elettronico di precisione, diversi barattoli contenenti semi di canapa indiana ed alcuni appunti manoscritti inerenti le modalità di coltivazione. Altresì è stato sequestrato l’occorrente per il taglio e il confezionamento dello stupefacente.

Per Ferri la competente Autorità Giudiziaria ha disposto la sottoposizione agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si celebrerà nella giornata di lunedì.