fbpx

Messina: l’Horcynus Festival celebra il regista russo Andrej Tarkovskij

L’ Horcynus Festival  di Messina celebra Andrej Tarkovskij con la proiezione di “Tempio di viaggio” e “Nostalghia”

Andrej_Tarkovsky

Da lunedì 21 fino a venerdì 25 agosto, la XV edizione dell’Horcynus Festival celebra con un focus speciale il regista russo Andrej Tarkovskij, protagonista con la sua opera nella seconda metà del Novecento. Il ciclo si apre, alle 21.00 del 21 agosto, con la proiezione del documentario “Tempo di viaggio”, realizzato da Tarkovskij con Tonino Guerra nel 1982. È il racconto del viaggio in Italia dei due autori, alla ricerca delle location in cui girare il film “Nostalghìa”, arricchito dalle loro riflessioni sulle bellezze architettoniche e il cinema. Alle 22.15 in programma la proiezione di Nostalghìa”. Girato in Italia, tra Lazio e Toscana, il film è costruito sull’incontro tra un critico musicale russo ed un singolare personaggio, chiamato “il matto” e riprende il tema, frequente nell’opera di Tarkovskij, del sacrificio, necessario per raggiungere la pace. Tra le due proiezioni, l’incontro con Andrea Ulivi, vice-presidente dell’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij. All’Istituto, fondato nel 1992 con sede a Firenze nella stessa casa in cui Tarkovkij visse nel suo periodo italiano, sarà assegnato il Premio Horcynus Orca per questa edizione del Festival, per l’opera di studio e diffusione dell’arte del regista russo e per la cura, la conservazione e la promozione