fbpx

Il prof. Viglianisi Ferraro dell’Università “Mediterranea” inserito nel Consiglio Accademico dell’Instituto Internacional de Derechos Humanos dell’America Latina

convegno budapestÈ giungo nei giorni scorsi un nuovo, rilevante riconoscimento per il Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, recentemente insignito dal Ministero dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Università della qualifica di “Dipartimento di eccellenza” in Italia per la qualità dei suoi professori. Il prof. Angelo Viglianisi Ferraro, docente di diritto privato europeo e già visiting professor presso varie università straniere, é stato nominato componente del Consiglio Accademico dell’IIDH-América (http://www.iidhamerica.org/nosotros.php#academico), un prestigioso Istituto sudamericano, che ha promosso importanti iniziative e proposte, come quella riguardante l’adozione di un codice dei diritti umani da parte di tutti i Paesi dell’Onu. Il ricercatore reggino, che è direttore di un prestigioso Centro internazionale sui diritti umani (www.michr.unirc.it), sorto per volere del Rettore, prof. Pasquale Catanoso, a Reggio Calabria e nel cui comitato scientifico figurano oltre cento accademici di varie università di ogni parte del globo, è il primo (e al momento unico) giurista europeo ad essere stato cooptato nell’organo in questione, il quale annovera fra i suoi membri rettori, ambasciatori, giudici supremi ed altre eminenti personalità, ed è presieduto dall’illustre prof. Juan Antonio Travieso (Premio Unesco per i diritti umani e Direttore di Dipartimento della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Buenos Aires). La nomina rappresenta una conferma della qualità del Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia di Reggio Calabria, che continua a conseguire risultati straordinari a livello nazionale e non solo. Seguendo l’indirizzo tracciato con convinzione dal direttore del Dipartimento, prof. Francesco Manganaro, sono ormai intensissimi gli scambi internazionali fra il DiGiEc ed i Dipartimenti di Diritto ed Economia del resto del mondo; e, grazie alle giornate di studio, alle Summer Schools, e a vari seminari con la partecipazione di docenti provenienti dall’estero, gli studenti della “Mediterranea” hanno la possibilità di formarsi e confrontarsi, con cadenza ormai pressochè mensile, con professori ed esperti delle migliori università straniere, proprio come accade nei più importanti Atenei di tutto il mondo.