Guerra in Siria: zona de-escalation a nord di Homs

siria Rappresentanti del ministero della Difesa russo e dell’opposizione siriana hanno raggiunto “un accordo sul funzionamento di una terza zona di de-escalation a nord della città di Homs” durante un incontro al Cairo avvenuto il 31 luglio, e da domani, lungo la linea di contatto in questa zona di de-escalation, la polizia militare russa organizzerà due punti di controllo e tre posti di osservazione: lo ha annunciato il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, aggiungendo che “dalle 12 di oggi, 3 agosto, le truppe dell’opposizione moderata e quelle governative entreranno in una tregua totale” nella zona. Secondo il generale russo, nella zona di de-escalation a nord di Homs, ci sono 84 centri abitati e vivono più di 147.000 persone. Konashenkov ha inoltre ricordato che nel corso della quinta tappa delle trattative di Astana è stato raggiunto un accordo per la creazione di quattro zone di de-escalation in Siria.