Grazie al Terzo Millennio “I promessi sposi” conquistano il pubblico: a Sant’Eufemia d’Aspromonte uno spettacolo magistrale

Lo spettacolo messo in scena dai soci del Terzo Millennio ha riscosso un vastissimo successo: pienone nelle adesioni e lunghi applausi

WhatsApp Image 2017-08-12 at 12.12.27Una grande famiglia. Unita e compatta come poche. Così si autodefiniscono, e così sono effettivamente tutti i soci del Terzo Millennio, l’associazione culturale eufemiese che conta centinaia di iscritti e che è diventata, nei suoi vent’anni tondi di attività, una delle realtà più dinamiche e meglio radicate sul territorio di Sant’Eufemia d’Aspromonte. E giovedì sera, se qualcuno avesse ancora dubbi in merito, la prova di tutto questo è stata più che evidente. Lo spettacolo messo in scena dai soci ha riscosso un vastissimo successo. Pienone nelle adesioni e applausi veri e sinceri. Il Terzo Millennio ha portato sul palco, allestito per l’occasione in piazza Municipio, niente meno che “I Promessi Sposi”. Con Lucia interpretata da Iole Foti, e Renzo interpretato da Domenico Napoli, lo spettacolo ha commosso, emozionato, divertito e lasciati estasiati gli spettatori, in molti momenti salienti. Si tratta di attori non protagonisti, che nella vita fanno i lavori più disparati: dall’insegnante allo studente, dal pizzaiolo all’elettricista, dal meccanico all’ingegnere.

Una squadra affiatata che ha portato in scena uno spettacolo da veri professionisti: dalle scenografie, alle coreografie, all’interpretazione, tutto il musical è stato un susseguirsi di arte, mista a qualità e passione. Con un corpo di ballo composto anche da giovanissime, la storia è stata letta in chiave di racconto quasi moderno: due giovani donne che invitavano un ragazzino a leggere “I Promessi Sposi”, spiegandogli le parti più ‘complicate’ e di non facile interpretazione per un bambino. Con la sapiente regia del presidente Francesco Luppino (che ha anche interpretato Fra Cristoforo e il Cardinale Borromeo), di Tina Sobrio, di Mimma Rugari e di Natale Princi, la magistrale interpretazione di una delle opere più note della letteratura italiana ha conquistato un vasto e variegato pubblico.

L’Associazione non è nuova a questo tipo di musical. Negli anni infatti sono state diverse le storie portate in scena, ultima in ordine di tempo “Il sogno di Giuseppe”, che avuto come ‘cornice’ il teatro Cilea di Reggio Calabria. Al termine dello spettacolo il Terzo Millennio ha ricevuto dalle mani del sindaco, Domenico Creazzo, una targa in onore dei vent’anni di attività, che ricorrono proprio quest’anno. Un modo come un altro per omaggiare una realtà che da sempre cerca di dare il proprio apporto alla comunità di cui fa parte, sia a livello culturale che sociale. Per informazioni in merito alle attività dell’associazione è possibile consultare la pagina Facebook al seguente link: Terzo Millennio.