Crisi idrica a Capo d’Orlando, acqua non potabile in alcune frazioni

rubinetto acquaLa grave siccità di questi mesi ha provocato la riduzione drastica della portata di alimentazione dei pozzi di contrada Masseria e della sorgente Favara, con inevitabili riduzioni nelle riserve di alimentazione dell’acquedotto.

In particolare, le criticità maggiori si sono riscontrate nell’approvvigionamento dei serbatoi posti nelle contrade Scafa e San Martino e nella conseguente distribuzione dell’acqua.
Per limitare i disagi a residenti e visitatori nel pieno della stagione estiva, l‘Amministrazione Comunale di Capo d’Orlando ha quindi disposto l’alimentazione di questi due serbatoi tramite autobotti.
Per questo motivo, l’acqua erogata dall’acquedotto comunale nelle frazioni di Scafa, Testa di Monaco, Marcaudo, Livari, San Martino, Crocevia e San Gregorio Alto, non è potabile e non può essere destinata al consumo umano.

Si tratta di un provvedimento temporaneo, adottato dal Sindaco Franco Ingrillì con apposita ordinanza.