Cinquefrondi, tutto pronto per l’evento “Borgo Futuro 2.0 – Le radici e le foglie nuove”

A Cinquefrondi grande attesa per l’evento “Borgo Futuro 2.0 – Le radici e le foglie nuove”

borgo futuro manifesto agosto 2017Il Frantoio delle Idee e la Cooperativa Sankara, Ente attuatore del Progetto territoriale SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Cinquefrondi, in collaborazione con ReCoSol – Rete dei Comuni Solidali, il Servizio Centrale SPRAR e Mammalucco Associazione Multiculturale, con il patrocinio dell’ Amministrazione Comunale di Cinquefrondi presentano “Borgo Futuro 2.0 – Le radici e le foglie nuove”.

Nelle intenzioni degli organizzatori, il 9 e il 10 agosto saranno due giornate dedicate al centro storico cinquefrondese, che offriranno lo spunto per analisi, riflessioni, approfondimenti, proposte, socialità e cultura.

Il Progetto “Borgo Futuro 2.0 – Le radici e le foglie nuove” nasce dalla constatazione che l’abbandono dei centri storici è divenuto nel corso degli ultimi decenni un tratto caratteristico dei borghi calabresi; anche Cinquefrondi è stata vittima di questo fenomeno di spoliamento, di allontanamento delle proprie “radici”. In questo contesto è nata la necessità di avviare un ragionamento sul riutilizzo del patrimonio urbanistico, recuperandone le caratteristiche architettoniche ed integrandole con interventi di bio-edilizia, combinate alla scelta prioritaria di energie rinnovabili, in una ottica di rigenerazione urbana, di riqualificazione abitativa e produttiva evitando ulteriore consumo di suolo e cementificazione. Oltre al ragionamento sulle radici ci siamo posti la domanda su chi possano essere “le foglie nuove” capaci di ripopolare e rivalorizzare il centro storico. Chiaramente i cittadini di Cinquefrondi, che potrebbero riscoprire il proprio centro storico e con esso le proprie radici. Un’altra possibile risposta può essere anche derivante da un approccio razionale, e non emergenziale, al fenomeno migratorio. L’avvio della esperienza dello SPRAR a Cinquefrondi è stata l’occasione per un ulteriore approfondimento e per comprendere la grande possibilità che può scaturire dalla traduzione del problema in risorsa.

L’intento di questi due giorni di iniziative vuole essere quello di mettere a confronto esperienze diverse capaci di approfondire e di proporre le possibili soluzioni sul riutilizzo del patrimonio edilizio abbandonato in un’ottica non solo di accoglienza, ma anche di sviluppo di microeconomia e di iniziare un ragionamento sul turismo diffuso e sostenibile.

Ci saranno anche momenti di convivialità e di socialità, che rappresenteranno la prova tangibile di una comunità che prova a ripartire, forte anche dell’incontro con culture diverse e non vittima delle politiche della paura e della diffidenza.

Per tutto questo e molto altro vi aspettiamo il 9 e 10 agosto nel centro storico di Cinquefrondi.

Borgo Futuro 2.0 – Le radici e le foglie nuove”: il programma completo:

9 Agosto

Ore 9.30 Largo del Tocco
“Le escursioni di Grazia”
Partenza dal centro storico fino ai ruderi del convento di Sant’Elia nell’antico percorso che collega Cinquefrondi a San Giorgio Morgeto

Ore 10.00 -12.00 Frantoio delle Idee
Seminario sul recupero del patrimonio urbano
a cura di Alberto Ziparo e Teresa Alvaro

Ore 18.00 – Via Vittoria
Fiera delle Idee -Fiera dei prodotti biologici e delle creazioni artigianali

Ore 19.00 e 21.30 – P.zza Quadrilatero
“ Oliv’you” di e con Héloїse Semler-Collery e Paolo Danesi
Spettacolo di circo e teatro di strada adatto a tutti i tipi di pubblico

Ore 21.00 Largo del Tocco
Discussione “L’abbandono dei centri storici: da problema a risorsa”
Modera:
Marina Rizzo – Membro Direttivo Il Frantoio delle Idee
Intervengono:
Teresa Alvaro – Bioarchitetto/Componente Associazioni Insieme per la tutela dei centri storici “Prima che tutto crolli”
Maurizio Carlino – Architetto/Responsabile Ufficio Tecnico Comune di Cinquefrondi
Giacomo Lombardo – Sindaco di Ostana (CN)
Giuseppe Longo – Vicesindaco con delega urbanistica e lavori pubblici
Alberto Ziparo – Docente di Tecnica e Pianificazione Urbanistica Università di Firenze

Ore 22.00 Scalinata Largo del Tocco
“Il nostro avvenire è dietro le spalle” – incontro di antropologia musicale, di narrazione, di musica di tradizione orale con Angelo Colosi, Michele Franco, Elena Gallo, Salvatore Marchetta,Valentino Santagati e Giovanni Zappia

Ore 23.00 Arretu li Mura
Live Behind The Walls
Other Voices in concerto
Presentazione new album

10 Agosto

Esibizione per le vie del centro storico della Street Band “The Free Band”

Ore 18.00 Largo del Tocco
Laboratorio per bambini “Emozione, colore e movimento” a cura dell’attrice Daniela D’agostino accompagnata dalla pittrice Luisa Malaspina

Ore 18.00 – Via Vittoria
Fiera delle Idee – Fiera dei prodotti biologici e delle creazioni artigianali

Ore 19.00 P.zza Quadrilatero
“Oliv’you” di e con Héloїse Semler-Collery e Paolo Danesi
Spettacolo di circo e teatro di strada adatto a tutti i tipi di pubblico

Verso il tramonto – Arretu li mura
Installazione Stone Balancing dell’artista Saro Tropea

Ore 20.30 – Arretu li mura
Discussione “Accoglienza: una sfida assolutamente da vincere”
Modera:
Michele Albanese – Giornalista Espresso
Intervengono:
Anna Aspesi – Portavoce Coordinamento Sprar “Agorà” Provincia Rc
Michele Conia – Sindaco di Cinquefrondi
Davide Grilletto – Presidente Arci Comitato Territoriale Reggio Calabria
Domenico Lucano – Sindaco Riace
Giovanni Maiolo – Membro Coordinamento Re.Co.Sol.
Enza Papa – Rappresentante Servizio Centrale Sprar
Luca Ritorto – Assessore con delega alle politiche migratorie Comune Gioiosa Jonica
Testimonianze dei beneficiari dello Sprar di Cinquefrondi e Gioiosa Jonica

Ore 21.30 – Arretu li mura
Cena dell’ e/migrante
Cena tradizionale a base di carne di capra

Ore 22.00 – Arretu li mura
The Free Band in concerto

All’interno:
Largo del Tocco
Mostra fotografica “Viaggio tra i borghi silenziosi della Calabria” di Nadia Lucisano
P.zza Quadrilatero 
Mostra fotografica “Al di qua del mare” di Elisa Polly Stranieri
Scalinata Largo del Tocco
Installazione video “Perché mi hai abbandonato?” a cura de “Il Frantoio delle Idee”