fbpx

Calabria, Lotito: “mi sento cittadino di Soveria Mannelli”

Calabria, Lotito: “mi sento cittadino di Soveria Mannelli”

 lotito“Mi sento cittadino di Soveria Mannelli” ha dichiarato Claudio Lotito, Presidente della Lazio, ieri sera a Soveria Mannelli in occasione della cerimonia svoltasi nella Sala della Liberta’ del Palazzo Comunale “Cimino”. Il Presidente della Lazio si è recata nella cittadina della Calabria dove il nonno Luigi comandava i Reali Carabinieri e dove è nato suo padre. Lotito e’ giunto in mattinata ed ha dapprima incontrato preso la Biblioteca “Michele Caligiuri” tifosi Laziali, sportivi e autorita’ cittadine. Subito dopo si è recato nella Chiesa Matrice di San Giovanni Battista dove e’ stato battezzato il genitore e gli e’ stata consegnato il certificato di battesimo firmato dal parroco Don Vincenzo Sirianni. Nel pomeriggio ha visitato alcune imprese del luogo: Camillo Sirianni arredamenti, Rubbettino editore e l’antico lanificio Leo. Quindi si e’ tenuta la cerimonia presso il Municipio. Qui è intervenuto il Vice Sindaco Mario Caligiuri che ha illustrato i punti di forza della Citta’. Luigi Aristodemo, consigliere comunale delegato allo sport e responsabile del settore giovanile della Polisportiva “Garibaldina”, ha avanzato una possibile collaborazione con la Societa’ Sportiva Lazio. Lotito ha concluso dicendo che “Questa per me e’ una giornata particolare perche’ e’ legata ai miei legami familiari. Sono venuto a Soveria per conoscere il luogo di nascita di mio padre, che rappresenta un pezzo di storia della mia famiglia. In questa citta’ ho constatato che si vive ancora con valori autentici, quegli stessi che mi sono stati trasmessi da mio padre che mi ha sempre insegnato a mettere in primo piano i contatti umani e il senso sano della famiglia e del bene della collettivita’, che cerco di mettere in pratica come imprenditore e come presidente della Lazio”.