Acr Messina, il comunicato: “l’iscrizione alla Terza Categoria è un atto dovuto”

La vecchia proprietà dell’Acr Messina attraverso un comunicato annuncia l’iscrizione al campionato di Terza categoria come un “atto dovuto”

acr messinaDopo la mancata iscrizione al campionato di Serie C dello scorso 14 luglio e il conseguente addio al professionismo per il calcio giallorosso, l’ex proprietà dell’ACR Messina torna in scena per chiarire attraverso un comunicato stampa la situazione attuale e le voci sui danneggiamenti alla foresteria dell’impianto Franco Scoglio”

“In relazione alla iscrizione dell’ACR Messina al campionato di calcio di terza categoria, anche al fine di evitare speciose strumentalizzazioni, si precisa che trattasi di un atto dovuto. La nota situazione economica-finanziaria della società, infatti, caratterizzata da un forte indebitamento, induce a ritenere prossima una liquidazione della stessa o l’avvio di una procedura concorsuale di tipo fallimentare. In tali ipotesi,si impone l’iscrizione al campionato. E non con intenti speculatori che non avrebbero ragion d’essere ma allo scopo, per quanto possibile, di tutelare i terzi creditori. Questa proprietà ha sempre agito con lealtà e nel rispetto della comunità sportiva messinese. Così si proseguirà sino alla fine.”

I danneggiamenti alla foresteria del “Franco Scoglio”

“Infine corre l’obbligo precisare che i fatti riguardanti il danneggiamento della foresteria dello stadio Franco Scoglio, non sono certamente attribuibili all’ultima gestione che peraltro non ha mai utilizzato i suddetti locali ma li ha immediatamente sgomberati una volta subentrata, come testimonia un video realizzato e consegnato agli organi competenti”