fbpx

A Reggio Calabria il convegno scientifico sulla cybersecurity

aresL’Università Mediterranea di Reggio Calabria ospita, dal 29 agosto al primo settembre 2017 in Aula Magna Quistelli, un evento scientifico internazionale di considerevole rilievo: la 12aedizione del convegno scientifico sull cybersecurity ARES 2017 12th International Conference on Availability, Reliability and Security organizzato da SBA research (Vienna) e Università Mediterranea. Le ultime tre edizioni hanno avuto luogo, rispettivamente, a Salisburgo (Austria, 2016), Tolosa (Francia, 2015), e Fribourg (Svizzera, 2014) e questa è la prima volta che il convegno si svolge in Italia. Un importante risultato conseguito dal gruppo di ricerca sulla cybersecurity del DIIES, coordinato dal prof. Francesco Buccafurri, che della conferenza è General Chair. Ulteriore testimonianza del livello di internazionalizzazione e di qualità che l’Ateneo ha conquistato, nell’ottica di una sempre migliore offerta didattica e scientifica che i dipartimenti e i corsi di laurea rivolgono al territorio. La Conferenza copre un’ampia gamma di temi di ricerca afferenti al settore della sicurezza informatica, che oggi è tematica di grande interesse ed attualità, e richiama oltre 200 scienziati, provenienti da tutto i continenti, per discutere e presentare le proprie attività di ricerca. La qualità delle ricerche ammesse alla discussione è garantita da un rate di accettazione particolarmente basso, il cui valore medio per i full paper negli anni si è attestato intorno al 22%. Un’occasione di incontro, dibattito e scambio di esperienze tra quanti, sia nella comunità accademica che in quella industriale (particolarmente significativa è la lista di sponsor e enti patrocinanti l’evento), sono interessati alla sicurezza informatica e agli aspetti inerenti alle sue implicazioni anche nell’ambito della sicurezza del territorio e della Nazione. La partecipazione è soggetta a registrazione. Le informazioni sono reperibili sul sito della conferenza.

Per ogni altra eventuale richiesta di approfondimento rivolgersi al prof. Francesco Buccafurri: bucca@unirc.it.