Villa San Giovanni: Milena Gioè detta le priorità alla nuova Amministrazione

La consigliera del Movimento 5 Stelle di Villa San Giovanni, Milena Gioè, detta le priorità della città alla nuova Amministrazione Comunale

agorà movimento 5 stelle Morra  (5)

Il Movimento 5 Stelle ha pubblicato un comunicato sui punti da attuare immediatamente dalla Nuova Amministrazione Comunale. La consigliera di minoranza Milena Gioè ringrazia tutti i cittadini che hanno appoggiato le sue idee durante la campagna elettorale. Ecco il comunicato.

Il M5S di Villa San Giovanni, ringrazia tutti gli elettori, i candidati e gli attivisti che lo hanno sostenuto. Nel giro di soli due anni siamo riusciti a raddoppiare il nostro risultato: da 429 voti del 2015 agli 813 di questa tornata elettorale. Si tratta di voti liberi, non controllati e svincolati dalle clientele; voti che appartengono solo al Movimento, in quanto la nostra linea non prevede accordi con altre forze politiche né coalizioni composite. Il nostro risultato è frutto di una campagna elettorale autofinanziata con risorse minime, che non ha usufruito di aiuti pubblici. E’ un primo passo verso il vero cambiamento di Villa San Giovanni e, di questo, non possiamo che esserne fieri. Siamo onorati di rappresentare tutti i nostri concittadini in consiglio comunale. La nostra voce sarà la loro voce. E proprio per tale motivo, sulla neo eletta amministrazione, non posso esimermi dal fare alcune considerazioni. La città di Villa San Giovanni si ritrova con il suo Sindaco sospeso che, cosciente di esserlo già dal novembre 2016, trasferisce in tutta fretta poteri che non ha , nominando un vicesindaco. Pur con le nostre dovute riserve riguardanti l’applicazione delle regole sulla democrazia rappresentativa che oggi la vedono al governo, auguriamo alla Dr.ssa Maria Grazia Richichi di operare nel modo migliore per questa città.

Evento Villa San Giovanni Movimento 5 Stelle con Di Battista 3“Chi di competenza chiarirà la legittimità o meno di questa nomina e di tutti gli atti che ne conseguiranno. In ogni caso, fino a un eventuale intervento giudiziale o prefettizio, valuteremo nel merito i singoli provvedimenti portati avanti dalla maggioranza. Qui, ci sono in gioco gli interessi di tutti i cittadini e della nostra comunità. Per tale ragione dove si agirà per il bene comune, avrete il nostro appoggio. Quando si opererà solo per agevolare meri interessi di parte, saremo la vostra spina nel fianco ed esperiremo tutte le azioni possibili sul piano della democrazia, della trasparenza e dell’informazione Naturalmente, auspichiamo di avere obiettivi condivisi da perseguire con tutti i consiglieri e con Lei Dott.ssa Richichi. Il rispetto delle norme istituzionali guiderà il nostro operato in Consiglio e pertanto pretenderemo da tutti una corretta, completa e tempestiva comunicazione degli atti rilevanti ai fini delle decisioni del consiglio e delle commissioni. L’opposizione, in caso di disaccordo su temi e azioni portati avanti dalla maggioranza, sarà a tutto campo e inesorabile”.

“Il Movimento 5 stelle sollecita, da subito, la nuova Amministrazione ad agire sulle seguenti priorità:

1) messa in sicurezza di tutti i plessi scolastici e informazione adeguata, tramite pubblicazione sul sito istituzionale, sulle reali condizioni statiche degli edifici e i relativi certificati di agibilità. In particolare, interroghiamo sin da adesso la neo amministrazione affinché ci fornisca chiarimenti sul considerevole ritardo nei lavori di consolidamento antisismico relativi al plesso scolastico di Pezzo. La consegna prevista nel dicembre 2015, non è ancora avvenuta. Ci sembra opportuno sottolineare come questo governo operi in piena soluzione di continuità rispetto ad uno precedente, rimasto in silenzio davanti alle richieste dell’intera popolazione scolastica circa il mancato rispetto dei termini contrattuali;

2) sperando che il Sindaco della Città Metropolitana, Dr. Giuseppe Falcomatà, mantenga gli impegni presi in campagna elettorale, riteniamo urgente la demolizione e successiva ricostruzione del Liceo “Nostro Repaci”. A nostro giudizio, bisognerà valutare con attenzione dove operare la ricostruzione. La didattica si è evoluta: non è più quella di una volta, e, ricostruendo nello stesso posto, correremmo il serio rischio di avere una scuola esteticamente nuova ma funzionalmente vecchia. E’ necessario programmare il futuro dei nostri figli, coinvolgendo i cittadini nella scelta del luogo in cui far risorgere il nuovo Liceo. La nostra idea è quella di individuare un’area di circa un ettaro sulla quale realizzare una scuola all’avanguardia, di assoluta sicurezza sismica, senza barriere architettoniche, con laboratori di ultima generazione, palestre multifunzione, campi scoperti, sull’esempio del Liceo Scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria;

3) costituzione di uno Sportello Punto Europa interno al Comune, con lo scopo di progettare e reperire fondi strutturali per la nostra città, formando personale interno da destinare unicamente a questo obiettivo;

4) La pulizia e il decoro di spiagge, strade e piazze;

5) realizzazione del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche, a partire dall’adeguamento di questa sede municipale che è la casa in cui tutti i cittadini dovrebbero sempre poter accedere;

6) attuazione di politiche che tendano alla diminuzione della pressione fiscale sui contribuenti, partendo dalla TARI e dal servizio idrico. Rivedere le attuali forme di gestione che, anziché garantire quel risparmio che ogni cittadino si aspettava dal vostro precedente operato, ha determinato la perdita di vantaggi economici per collettività, come nel caso della raccolta differenziata, dove un miglioramento dell’efficienza di questo servizio ha generato solo maggiore utile per la società di gestione, senza alcun abbassamento delle tariffe.

7) valutazione sull’opportunità di realizzare una nuova rete idrica, in considerazione degli altissimi costi di gestione legati alla manutenzione ordinaria di un impianto realizzato da oltre 70 anni, le cui carenze creano permanenti disagi a gran parte dei nostri concittadini, costretti a rimanere troppo spesso senza acqua nelle loro abitazioni;

8) riorganizzazione della macchina amministrativa, oggi inadeguata, che tenda a valorizzare il personale interno dell’ente e a promuovere criteri nuovi di efficienza e di efficacia; non aumentando ulteriormente la spesa con affidamenti esterni dei più importanti e delicati servizi, ma garantendo la dovuta formazione al personale già in servizio o che si spera di poter assumere in futuro;

9) regolamentazione delle riproduzioni audio e video relative alle sedute delle Commissioni e del Consiglio comunale al fine di perseguire le finalità di pubblicità e partecipazione dei cittadini alla vita politico-amministrativa dell’ente, in attuazione di quel principio di trasparenza che deve guidare un’amministrazione comunale. Suggeriamo, inoltre, che si proceda alla traduzione in forma digitale delle sedute di Commissione, di Consiglio e di Giunta, per una migliore archiviazione degli atti stessi;

10) riapertura della stazione di Cannitello che da qualche anno si trova in stato di completo abbandono, nonostante questa frazione sia, come potenzialità turistica, la più importante del nostro Comune;

11) revisione del progetto sulla variante di Cannitello, nell’ottica di un diverso utilizzo del terreno per la realizzazione di orti sociali e di un impianto di fitodepurazione”.

“Chi siede in consiglio comunale come componente del gruppo di minoranza ha il compito di vigilare attentamente sull’operato di chi amministra, di dare suggerimenti e offrire soluzioni alternative nell’interesse della collettività. Questo è l’intento del MoVimento 5 Stelle, pertanto, come singola portavoce darò sin da subito, la mia disponibilità a partecipare a tutte le commissioni che verranno in futuro costituite. Naturalmente l’organizzazione dei lavori dovrà essere tale da consentire il pieno svolgimento del relativo mandato elettorale. Lavoreremo affinché la nostra diventi una città più vivibile, soprattutto per le fasce più deboli, che rispetti l’ambiente e riqualifichi il territorio e le sue attività”, ha concluso.