Taurianova: il due agosto incontro con lo scrittore Domenico Dara

Massimo GarritanoUn importante appuntamento culturale, mercoledì 2 agosto a Taurianova. Il noto e apprezzato scrittore Domenico Dara farà tappa nella cittadina della provincia di Reggio Calabria con il suo romanzo “Appunti di meccanica celeste” (Nutrimenti, 2016). L’evento, che si terrà alle ore 22.00 in piazza Italia, è organizzato dalla Consulta delle Associazioni di Taurianova, dalla Libreria “P. G. Frassati” e dallo Studio giornalistico Grigioverde press, con il patrocinio del Comune di Taurianova. Dopo i saluti del sindaco Fabio Scionti e del presidente della Consulta delle Associazioni di Taurianova Filippo Andreacchio, converserà con l’autore il critico letterario e giornalista Caterina Provenzano. Durante la presentazione, letture di brani scelti a cura dell’attrice Sabrina Esposito. La serata sarà arricchita dall’intervento musicale del virtuoso chitarrista Massimo Garritano.

Con “Appunti di meccanica celeste” Domenico Dara ci riporta a Girifalco, in provincia di Catanzaro – suo paese natio – un luogo reale e immaginario, “suggestiva Macondo magno greca” dove “le vite seguitano a orbitare come corpi celesti, traiettorie che s’intersecano e si allontanano rispondendo alle misteriose leggi dell’universo. Tutte le vite tranne alcune, a cui un fato beffardo sembra aver sottratto il movimento e le illusioni”. “In un paese in cui tutto pare immobile, ci si incontra sempre e le facce restano immutate nelle vie e nelle botteghe; apparentemente nulla accade. In realtà, conoscendo i sette personaggi principali che calpestano vicoli e selciati, scopriamo che anche in un piccolo comune di cose ne accadono tante. Ognuno di loro ha una storia che gli appartiene, fatta di desideri, fallimenti, illusioni, peccati o attese. Il pazzo, la secca, lo stoico, la mala, l’epicureo, la venturata, il figlio… Quale sorte li attende? La vita di sempre, che scorre senza tempo né slanci, o il cambiamento che tutto ribalta?”. L’autore pluripremiato di “Breve trattato sulle coincidenze”, finalista al Premio Calvino, che ha conquistato grande successo di critica e di pubblico, dà nuova prova del suo talento raccontando una storia di destini sovvertiti e miracoli terreni, una fiaba letteraria che invita a guardare la realtà oltre le comuni apparenze; una fiaba sul destino degli uomini, sulle occasioni da cogliere, sulla seconda possibilità che bisogna saper afferrare al volo, senza temere la vita. Uno stile inconfondibile quello di Domenico Dara che “mescola il dialetto all’italiano con il bilancino dell’antico farmacista, arrivando a un idioma creolo di grande efficacia e poesia”. “Continui trapassi tra lingua colta e dialetto, concetti filosofici e popolari, e dentro le tante storie maschili e femminili, penetrate con delicata vitalità”. Alle parole ricercate, al ritmo profondo e denso delle pagine di “Appunti di meccanica celeste” faranno eco le preziose note di Massimo Garritano. Una serata dedicata alla grande letteratura e alla grande musica, dunque, in programma nella cittadina della Piana di Gioia Tauro, che si inserisce nel ricco cartellone estivo messo a punto dall’Assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo Raffaele Loprete.

Domenico Dara è nato nel 1971Domenico Dara. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza a Girifalco, in Calabria, ha studiato a Pisa, laureandosi con una tesi sulla poesia di Cesare Pavese. Vive e lavora in Lombardia. Ha curato il volume Alessandro Verri, Lettere da un amore (Massimiliano Boni Editore, Bologna, 2005). Ha esordito con Breve trattato sulle coincidenze (Nutrimenti, 2014), la storia del postino di Girifalco con la passione per le lettere d’amore che ha raccolto l’apprezzamento dei lettori e il favore della critica. Per la sua opera prima, già finalista al Premio Calvino, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Palmi, il Premio Viadana, il Premio Corrado Alvaro e il Premio Città di Como.

Massimo Garritano, classe ’73, chitarrista cosentino, o meglio virtuoso della chitarra, oggi docente di chitarra jazz e armonia presso il Conservatorio di Musica. Autore di musiche per balletti, readings, spettacoli teatrali. Ha collaborato con grandi artisti tra i quali: Nicola Pisani, Attilio Zanchi, Agricantus, Lutte Berg, Jan Gunnar Hoff, Anne Waldman, Marco Sannini, Jeanine Pommy-Vega, Carlo Cimino, Mirko Onofrio. Conosciuto come ottimo esecutore, come artista poliedrico che trasforma ogni sua esibizione in maniera personalissima, da un paio di anni ha voluto dar voce alla propria arte con composizioni proprie.