Reggio Calabria, Sinistra Dem: “Pd distante dalla società calabrese”

L’Area che ha come suo esponente Pinone Morabito è pronta ad un nuovo progetto : per rilanciare il Pd in Calabria a fianco dei calabresi e non più a discutere di poltrone ed incarichi

PD_Spaccato Il clima è davvero troppo caldo e non solo perchè siamo al centro dell’estate, ma anche per tutti gli avvenimenti politici che la riscaldano. In vista dei congressi del partito democratico annunciati da Lorenzo Guerini per il prossimo autunno, le varie anime del Pd calabrese iniziano ad organizzarsi ed anche a Reggio Calabria, in modo del tutto informale si è riunito il gruppo “sinistra dem” il cui leader nazionale è Gianni Cuperlo che fa capo  all’ex presidente della provincia, nonchè membro dell’assemblea nazionale Pd Pinone Morabito Una riunione ristretta ed informale quella del gruppo Sinistra Dem , che in primis ha visto la soddisfazione degli intervenuti perché ha seguito del riconteggio svolto dalla commissione di garanzia nazionale Pd in merito agli eletti all’assemblea nazionale per il collegio Reggio Calabria-Vibo Valentina,, è assegnato il secondo seggio alla lista guidata da Morabito. Tante le questioni esaminate durante la discussione, i Cuperliani hanno evidenziato la crisi sociale ed economica che attanaglia la Calabria e la città di Reggio Calabria, i tanti problemi mai irrisolti: la disoccupazione giovanile, la sanità, le infrastrutture, la criminalità organizzata, etc.

Per la Sinistra Dem reggina due i grandi temi :  da una parte l’invito al governo regionale e all’amministrazione cittadina a guida Pd di accellerare se davvero si vuole segnare un cambio di passo rispetto al passato, d’altra parte una critica più profonda su come il Pd in Calabria abbia ormai dimenticato i luoghi della discussione e del confronto; un Partito Democratico – affonda l’ex presidente della provincia Morabito – distante dalla società, che rispetto al passato non si confronta con la sua gente, condannato ad essere guidato da commissari nelle varie provincie ed  in cui i luoghi di elaborazione politica e di formazione vengono sviliti per far spazio a logiche di spartizione di poltrone. Infine l’appello di Morabito e di tutta l’area della Sinistra del Pd: “Siamo a disposizione per un nuovo progetto che veda protagonisti i democratici e le democratiche calabresi sin dal prossimo congresso, in cui ancora prima di discutere di nomi ed incarichi, chiederemo a gran voce in tutti i luoghi, una grande conferenza programmatica per determinare le linee guida del centrosinistra calabrese dei prossimi anni tutti insieme”.