Reggio Calabria: si è concluso il programma Valore Pa Inps che ha consentito di far accedere 26 dipendenti comunali a percorsi di alta formazione

dipendenti valore paCon la conclusione del corso in Europrogettazione, avvenuta nei giorni scorsi, l’amministrazione comunale ha completato il piano formativo annuale con dei percorsi di alta formazione per 26 dipendenti che hanno potuto accedere all’occasione offerta da Valore Pa dell’Inps. Aderendo all’iniziativa sperimentale Valore Pa, interamente finanziata dall’Inps – dichiara il Vice Sindaco con delega al Personale, Armando Neri – siamo riusciti a garantire una formazione professionale di qualità e di indubbio prestigio, in materie di assoluta centralità rispetto alle nuove responsabilità che sono chiamati ad affrontare i dipendenti degli enti locali. I corsi di Valore Pa sono stati attivati e finanziati in via sperimentale dall’Inps attraverso il coinvolgimento delle Università che ne curano la didattica, abbinando a un solido bagaglio teorico, attività di progettazione sul campo affidate ad esperti del settore. In particolare i corsi del Comune di Reggio Calabria, sono stati curati dal Dipartimento Digiec dell’Università Mediterranea, diretto dal Prof. Francesco Manganaro che ha aperto a un vasto ventaglio di possibilità: oltre che di europrogettazione si è trattato di gestione del documento informatico, appalti e contratti pubblici, disciplina del lavoro, tutela della privacy, nonché di diritto di accesso e di anticorruzione. Continua Neri: «La formazione è una misura strategica a servizio dell’efficienza, grazie alla implementazione della competenza dei nostri dipendenti possiamo migliorare i nostri servizi per il cittadino e raffinare la programmazione per il territorio». L’esperienza, giudicata positivamente dagli stessi dipendenti, ha consentito la creazione di una rete spontanea di rapporti e relazioni di cooperazione tra funzionari che svolgono mansioni omogenee all’interno di amministrazioni diverse, nonché offerto la possibilità di mettere a servizio della comunità locale la rete dei saperi custodita dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Conclude Neri: «L’opportunità colta dal Comune di Reggio Calabria ha consentito di implementare in maniera proficua le risorse messe a disposizione dal bilancio comunale per la formazione, risorse che non sono sufficienti rispetto ai fabbisogni. Tuttavia vorrei ringraziare i dipendenti stessi che pur oberati da un lavoro straordinario, hanno accettato di buon grado la sfida di perfezionare la propria formazione professionale aumentando il proprio bagaglio mossi dalla voglia di mettersi al servizio del proprio territorio per determinarne la crescita ».