Reggio Calabria: l’Ordine dei Medici celebra i nuovi iscritti

Tavolo giuramentoPubblico delle grandi occasioni per il tradizionale appuntamento annuale con il Giuramento d’Ippocrate presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici. Circa cento tra medici ed odontoiatri, freschi di laurea ed abilitazione professionale, hanno recitato la formula solenne che segna l’avvio verso una delle professioni con maggiori ricadute nel tessuto sociale. A moderare i lavori, il Segretario dell’Ordine, il dr Vincenzo Nociti che ha sottolineato come “la sala gremita testimonia il buon operato ed il gradimento che riscuote questa gestione”. “Il codice deontologico – ha sottolineato il dr Nociti, rivolgendosi ai neoiscritti – dovrà rappresentare un punto di riferimento per tutti voi nell’arco del vostro percorso di vita”. “E’ da alcuni anni – ha ricordato il Presidente dell’Ordine, dr Pasquale Veneziano – che abbiamo promosso questo momento dedicato ai giovani che si apprestano ad addentrarsi in questa splendida e difficile professione. Era un momento che in passato finiva nell’anonimato mentre noi abbiamo voluto evidenziare l’importanza di questo evento nella vita professionale di un medico”. Il dr Veneziano, nel prosieguo del proprio intervento, ha ribadito la centralità della figura del paziente e l’imprescindibilità di buoni rapporti fra colleghi. “Dal medico – ha rimarcato nel suo intervento, il dr Filippo Frattima, presidente della Commissione odontoiatri – il paziente non si attende solo una prescrizione ma anche un sorriso, una carezza ed un pizzico di umanità; quella umanità che serve sempre di più da quando ci si è affidati alla diagnostica per immagini”. Durante la cerimonia, è intervenuto anche Don Valerio Chiovaro che ha sollecitato i giovani medici presenti a curare “tutta la persona e non un solo organo perché curando tutta la persona si cura tutta la famiglia e tutta la società”. “Come il sacerdote anche il medico non ha orari – ha aggiunto don Valerio Chiovaro – ma dona se stesso. Tutto quello che avete ricevuto in questi anni di studio, donatelo”. L’Ordine dei Medici, poi, ha consegnato una targa in segno di riconoscimento al docente universitario, prof. Saverio Loddo che, a titolo gratuito, sta coordinando delle simulazioni di preparazione ai test di accesso alle scuole di specializzazione che sono in coso di svolgimento presso la sede dell’ente. “Abbiamo iniziato questa esperienza in sordina ed in maniera sperimentale – ha chiosato il prof. Saverio Loddo – con una forma di autocorrezione. Devo constatare che mi sono trovato davanti a giovani preparatissimi ed il fatto che il 90% di coloro che ha frequentato la prima edizione sia riuscito a superare i test non può che essere motivo di grande soddisfazione”. Al tavolo di presidenza erano presenti anche il vicepresidente dell’ente, Giuseppe Zampogna, ed il tesoriere, Bruno Porcino. Alla cerimonia hanno contribuito anche i consiglieri dell’Ordine dei Medici: Rocco Cassone, Marco Tescione, Domenico Pistone, Domenico Tromba, Annamaria Danaro e Anna Federico; nonché i componenti della Commissione odontoiatri, Lucia Raso e Giovanni Strangio. Il Giuramento d’Ippocrate, poi, è stata anche l’occasione per la consegna di tre borse di studio, bandite dall’Ordine reggino.

Foto di gruppo finale