Reggio Calabria: istituito un tavolo tecnico-istituzionale per il rilancio dell’area di Saline Joniche

Tavolo Tecnico-istituzionale per il rilancio dell’area di Saline Joniche

saline-liquichimica-11Chiudere definitivamente la lunghissima stagione di abbandono e fatiscenza e ridare identità e decoro all’ex area industriale di Saline Joniche. Tramontato fortunatamente lo scellerato progetto della Centrale a Carbone, dopo una lotta combattuta strenuamente da cittadini ed associazioni, quest’area, sfregiata negli anni ’70 e lasciata alla polvere ed alla ruggine per quarant’anni, merita di essere restituita alla fruizione con nuove funzioni, sotto una veste nuova e con nuove opportunità di crescita sostenibile.  ”Plaudiamo convintamente all’iniziativa del tavolo tecnico istituito presso il Consiglio Regionale che vede tutti gli attori istituzionali interessati. Regione Calabria, Città Metropolitana ed Associazione dei Sindaci dell’Area Grecanica sono senza dubbio gli enti più “titolati” ad immaginare e prospettare il futuro dell’area in questione. Riteniamo però indispensabile che questo tavolo sia aperto al territorio ed a tutte quelle associazioni e quei movimenti che hanno alimentato dal basso il fuoco della ribellione al progetto della Centrale, chiedendo un programma alternativo per creare occupazione e sviluppo senza intaccare l’ambiente e la salute. A tale scopo invitiamo i rappresentanti degli Enti in indirizzo a raccogliere le istanze, come quella già avanzata dal Coordinamento delle Associazioni dell’Area Grecanica, provenienti dal territorio. Un territorio che pretende di essere ascoltato e coinvolto in tutte le fasi del percorso avviato in quella riunione tenuta all’Astronave. 
 
Chiediamo infine che a breve venga convocata un’assemblea pubblica aperta per mettere a conoscenza il territorio della strategia immaginata e dei passi già compiuti” conclude il Movimento politico culturale “Una città da #cambiare”.