Reggio Calabria: il Liceo Scientifico “L. Da Vinci” conferma le sezioni Cambridge e organizza lo stage estivo a Oxford

Il Liceo Scientifico “L. Da Vinci” di Reggio Calabria conferma le sezioni Cambridge e organizza lo stage estivo a Oxford

liceo scientifico L. da VinciIl Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, confermando l’eccellenza nel panorama linguistico internazionale, anche per l’a.s. 2017/18,  attiverà  le sezioni Cambridge. L’istituto infatti, entrando nella schiera dei licei riconosciuti dall’Università di Cambridge, fa parte della comunità internazionale delle scuole “Cambridge International”. Considerando che parte dei programmi di studio saranno svolti in Lingua Inglese, requisito di accesso alle due sezioni Cambridge English International, sarà la conoscenza della lingua pari o superiore al livello A2 del Quadro di Riferimento Europeo delle lingua.  Per gli studenti  che non siano in possesso della certificazione del livello minimo richiesto (A2), sono previsti, a fine agosto,  dei test per attestarne il livello posseduto. I vantaggi delle sezioni Cambridge International sono legati sia al miglioramento delle competenze in lingua inglese, sia alla possibilità di affrontare lo studio di materie specifiche secondo metodologie e programmi internazionali che si integrano con quelli italiani. Le sezioni Cambridge prepareranno gli allievi, nel corso del quinquennio, a conseguire le seguenti certificazioni:

- Competenza linguistica: Cambridge English PET (B1), FCE (B2), CAE (C1)

-Competenza disciplinare: IGCSE in “Mathematics” ed “History” (tra il 3° ed 5° anno)

Il Piano di Studi Cambridge English International, attivato dal liceo da Vinci, prevede infatti:

-La coesistenza di due corsi di studio, Italiano ed Inglese, le cui valutazioni saranno mantenute distinte

-L’affiancamento agli insegnanti titolari di docenti madrelingua per le materie specifiche, matematica e storia

-L’inserimento di ore aggiuntive di lingua inglese, svolte da insegnanti madrelingua

 Il percorso formativo consente, infatti, di entrare in possesso sia delle certificazioni di livello elevato e prestigioso della lingua ( Cambridge English ADVANCED – Livello C1 del Quadro Comune Europeo), sia di certificazioni disciplinari internazionali in materie specifiche, quali storia e matematica (Cambridge International IGCSE- International General Certificate of Secondary Education). I docenti del consigli di classe che seguiranno i ragazzi nel quinquennio, curando i programmi ministeriali italiani del liceo scientifico di ordinamento  e i programmi ministeriali inglesi (relativi alle discipline di Matematica e Storia), sono in possesso delle  certificazioni B1 CAMBRIDGE -B2 MIUR-C2 CAMBRIDGE. Il personale docente  interno, in linea con i Regolamenti Cambridge, seguirà dei percorsi formativi specifici sulla metodologia anglosassone e sulla tipologia degli esami internazionali che i ragazzi dovranno sostenere. Un esperimento pienamente riuscito, accolto con grande interesse ed entusiasmo dagli allievi (inseriti già nel corrente anno scolastico nelle sezioni Cambridge) che hanno acquisito padronanza della lingua ed apertura a nuove prospettive, grazie anche a una metodologia divertente, interattiva. Dalle testimonianze, sia degli alunni che dei docenti, emerge come la compresenza delle due diverse metodologie, italiana e anglosassone, sia motore di  sviluppo di attitudini quali l’indipendenza nell’apprendimento, la fiducia in se stessi e la capacità critica. Dalle parole della referente, prof.ssa Silvana Ierinò e della  prof.ssa Marialuisa Fiore, docente di matematica del liceo, che ha lavorato in co-presenza con la docente madrelingua della IH British School, laureata in matematica, “integrando i due tipi di didattica i ragazzi acquisiscono un valore aggiunto che porterà a grandi risultati”.

Anche il dirigente scolastico prof.ssa Giuseppina Princi, dà ulteriore conferma dei risvolti positivi di questa innovazione, a volte sorprendenti e inaspettati, come la ricaduta positiva anche sulle altre materie scolastiche: “il progetto riflette quelle che sono le istanze di una società in continua evoluzione e cambiamento, una società sempre più globale e internazionale; Università e lavoro richiedono sempre di più una conoscenza approfondita e certificata della lingua inglese e una spiccata attitudine ai rapporti internazionali”. Non possiamo esimerci dall’annoverare l’esperienza finale che ha coronato il successo di questo progetto: i ragazzi delle sezioni Cambridge hanno avuto la possibilità di effettuare uno stage estivo ad Oxford in una delle boarding school più antiche la St. Edward, in un contesto internazionale con altri centinaia di ragazzi provenienti da tutte le parti del mondo, dal Costa Rica al Giappone.