Reggio Calabria, Confcommercio: costituita una rete a favore delle imprese per il rilancio economico del territorio

La Confcommercio di Reggio Calabria ha costruito una rete a favore delle imprese per il rilancio economico del territorio

confcommercioSempre più imprese sono in difficoltà e sempre più saracinesche abbassate, vuoi per la crisi economica ma anche per il primato che Reggio Calabria ha di città più tartassata d’Italia. Per la prima volta si sono riuniti in Confcommercio, alla guida del Presidente Giovanni Santoro e coordinati dal Direttore provinciale Marisa Lanucara, il rappresentante della Città Metropolitana, i rappresentanti del Comune di Reggio Calabria (assessori e dirigenti dei comparti urbanistica, attività Produttive, Welfare e Politiche Comunitarie) insieme agli Ordini degli architetti, dei geometri e dei commercialisti per discutere di rigenerazione urbana, strategie di marketing territoriale e progetti di rete sfruttando i POR Plurifondo 2014-2020 Calabria. Un secondo incontro che segue la stipula del protocollo d’intesa, sottoscritto lo scorso 23 marzo, tra Amministrazione comunale e Confcommercio Reggio Calabria favore della riqualificazione e rigenerazione sociale ed economica delle aree urbane. Due ore di confronto totale con la parte attiva della città, linfa vitale dell’economia, che mai come in questo periodo storico ha bisogno d’aiuto e di fare quadrato con tutti gli attori interessati per rimettersi in gioco e insieme trovare delle soluzioni per tornare ad attrarre e piacere, basti pensare che ad oggi Reggio Calabria è la prima città per beni confiscati alla mafia. Un tavolo importante per le imprese del territorio e per tutti i componenti convinti che questo è il momento giusto per gettare le basi affinchè nel tempo possa cambiare qualcosa, magari riuscendo ad accedere ai finanziamenti regionali previsti dal Por Calabria che ammontano a oltre due miliardi di euro. Bisogna rilanciare l’insieme delle attività economiche su strada come negozi, artigiani, mercati, bar, attività culturali e realizzare servizi per cittadini e imprese nonché iniziative promozionali e marketing territoriale dalla montagna al mare.

«Da noi è tutto vietato, c’è bisogno di procedure burocratiche snelle e veloci e rivedere qualche norma vigente – ha denunciato il Presidente Santoro -, da noi continua il declino. Rappresentiamo una realtà di cui le amministrazioni devono tener conto».  Un ruolo importante e strategico è quello della Città Metropolitana, presente per l’occasione il vice sindaco Riccardo Mauro, che ha dimostrato grande sensibilità alle problematiche delle imprese ed è pronta a confrontarsi nei tavoli regionali dalla parte dei commercianti. Fanno parte del tavolo di lavoro (dopo una prima riunione alla quale ha preso parte il responsabile Confcommercio per l’Urbanistica e la progettazione urbana nonché coordinatore del Laboratorio di Rigenerazione Urbana a livello nazionale Angelo Patrizio) gli Assessori comunali: Saverio Anghelone, Angela Marcianò, Giuseppe Marino; il delegato comunale all’Urbanistica, Giuseppe Sera; i Dirigenti Francesco Barreca, Umberto Giordano, Manuel Pulella, Marcello Romano. Il vice sindaco della Città Metropolitana, Riccardo Mauro e i dirigenti Giusy Attanasio e Giuseppe Postorino. Il Presidente reggino dell’Ordine degli architetti Salvatore Vermiglio; il delegato dell’Ordine dei commercialisti Diego Ziino e il consigliere dell’Ordine dei geometri Antonino Familiari.