Reggio Calabria: conclusa la rassegna musicale “Chi ha il cuor contento sempre canta” [FOTO]

Si è conclusa a Reggio Calabria la rassegna musicale “Chi ha il cuor contento sempre canta”

spanò bolani1Chi ha il cuor contento sempre canta” con tale invito si è conclusa la rassegna musicale del Coro “Doremi” dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Bolani” di Reggio Calabria. Raccontato un anno scolastico di emozioni, attraverso la sensibilità estetica ed affettiva della musica, che ha posto le basi in una visione di sonorità metamorfiche. La polifonia corale, che ha proposto la direttrice del coro, Enza Cuzzola, consta di 60 elementi, con tonalità foniche differenti e che ha al suo accredito una storia decennale, segnata da momenti importanti nel panorama musicale con registrazioni a Rete 4 e Canale 5, con esibizioni al Teatro Cilea, in occasione della Giornata Nazionale della “Gerbera Gialla” e pluripremiata, già da vari anni, con prime e seconde classificazioni al Concorso Nazionale del Teatro San Carlo di Napoli. E’ stata presentata una trasversalità d’intenti come ha sottolineato la Cuzzola “cantare in coro per infondere nei nostri ragazzi la passione per la musica e divenire una sola anima”. Un anno che ha coinvolto gli studenti della secondaria di I grado “Bolani” in un’opera di “educazione musicale” che ha promosso lo spirito di gruppo, la condivisione ed il senso d’appartenenza, ponendo le basi in un’istituzione operante ed educante, come ha rimarcato Giuseppe Romeo, dirigente del De Amicis-Bolani “la scuola non può rinunciare ad essere attraente, seppure attraverso l’impegno e lo studio, ma anche permettendo di riscoprire il valore dell’educazione al bello ed alle arti e tra queste, la musica, la quale insegna ad aprire il cuore ad ogni barriera”.

spanò bolani2Vivere impegnati nel sociale attraverso la forza di questa disciplina, come espressione di una libera sensibilità, è stato il baluardo delle performances del Coro Doremi, che hanno spaziato anche, nella rappresentazione teatrale “Romeo è…” curata dalle insegnanti Francesca Zaccone, Adriana Palumbo e Claudia Catanoso, per regia, coreografia e scenografia e dalla docente Enza Cuzzola per la parte musicale. Dopo l’esperienza napoletana del San Carlo, il Doremi ha valorizzato la classicità in connubio con la modernità, facendo scoprire simbolismi canori con il Concerto “Chi ha il cuor contento sempre canta” proposto nella Sala Federica Monteleone di Palazzo Campanella a coronamento della sua stagione. Presentato un repertorio variegato per coro a due ed a tre voci con brani degli ’70 e canti in ebraico ed in tedesco, spaziando da autori italiani come Ennio Morricone “C’era una volta il West” e Boccia-Esposito “Grande amore” fino alla classicità mozartiana. Al pianoforte il M° Emanuela Marcianò ed al flauto traverso il M° Fabiola Fucà. Il Coro si è esibito anche con la classe di chitarra, curata da Massimo Lo Iacono, professore della scuola secondaria “Bolani” che ha proposto un repertorio del passato, esaltando le valenze musicali localistiche e tradizionali. Sono intervenuti alla performance conclusiva Edoardo Lamberti Castronuovo che ha ribadito  l’impegno del coro come “una realtà musicale reggina” e Lucia Nucera, assessore alle politiche sociali del comune, in rappresentanza del sindaco e del comune, la quale ha riconosciuto “gli sforzi ed i meriti educativi all’Istituto che lo pongono tra le eccellenze, tanto da essere ricevuto con altre nove scuole italiane dal Presidente della Repubblica”. Il Dirigente Romeo, infine, ha sottolineato “la musicalità, volta non solo alla formazione dello studente, ma soprattutto dell’uomo e del cittadino, contestualizzandolo sia in una realtà regionalistica, che in un’ottica sia nazionale ed europea. La musica, pertanto, quale disciplina dal valore aggregante e trasversale a molteplici educazione. Così  anche la nostra Città metropolitana può esportare cultura”.