Reggio Calabria, Comune sempre più nel caos dopo la “cacciata” della Marcianò: si dimette il dirigente dei lavori pubblici Marcello Romano

palazzo san giorgio 6Il dirigente Marcello Romano ha comunicato al Sindaco Giuseppe Falcomatà la sua volontà di recedere anticipatamente dall’incarico affidatogli due anni fa, ringraziando il primo cittadino per l’opportunità fornitagli: «di dirigere un settore importante e strategico come quello dei lavori pubblici, mettendomi a disposizione per il passaggio di consegne al nuovo dirigente di servizio». Mediante una nota il Sindaco Giuseppe Falcomatà ha espresso all’ing. Marcello Romano che si appresta a fare ritorno nella sua città, Salerno, i ringraziamenti per il servizio prestato fin qui. Scrive il sindaco: «quelli trascorsi nel nostro comune sono anni che trasudano di lavoro, di scelte, di battaglie e di alcuni traguardi raggiunti insieme». Nel rivolgere un plauso al dirigente per avere sempre onorato l’incarico affidatogli «con quella dedizione e cura propria di chi prova reale interesse per il territorio», Falcomatà aggiunge: «Il settore lavori pubblici rappresenta il cuore della macchina amministrativa, ma inevitabilmente porta con sé un enorme carico di lavoro, sono infatti tanti i pesi che questa amministrazione ha ereditato e tanti altri sono ancora da affrontare lavorando quotidianamente per raggiungere il bene della città». Il primo cittadino facendosi portavoce della gratitudine espressa da parte dei reggini, dei dipendenti comunali e dei dirigenti che si sono interfacciati e che hanno collaborato con l’ingegnere Marcello Romano si affida a queste parole: «Ognuno di noi è testimone della sua misura, della sua grande competenza e professionalità, del rigore e della fermezza che mai cede il passo alla stanchezza». Per poi concludere : « Si apre una nuova stagione di impegno per tutti, custodiamo insieme l’esperienza che abbiamo avuto il privilegio di vivere qui a Reggio Calabria».