Reggio Calabria, associazione Sbarre per Sempre: “nel Pd bisticciano infischiandosene della città che ha toccato il fondo”

palazzo san giorgio 6“Mentre nostri concittadini ambulanti di frutta vengono cacciati dalla via argine calopinace impedendogli di guadagnarsi da vivere onestamente, gli ambulanti abusivi cacciati dal corso Garibaldi si riversano, moltiplicandosi, sul più bel lungomare d’Italia trasformandolo in un mercato della contraffazione. Noi riteniamo che al posto di questo mercato della contraffazione si sarebbe potuto allestire sul lungomare un percorso di degustazione e presentazione di prodotti tipici calabresi da presentare ai turisti creando nel contempo condizioni di rilancio e sviluppo per le aziende presenti sul nostro territorio. Invece si multano i commercianti reggini, come alcuni del comitato corso sud da sempre impegnati anche con grandi sforzi personali per il rilancio della zona sud del corso, per aver esposto dei cartelli “saldi” . La Città metropolitana di Reggio Calabria oggi nel settore dello sport è tornata all’anno zero: non esiste un campo da tennis comunale, nessuna piscina, l’impianto del rugby è diventato un campo di patate, non c’è più una palestra comunale per la boxe, in una città di mare non esiste un circolo comunale di canottaggio, il palloncino è inidoneo, il cosiddetto scatolone, già adibito a residenza dei migranti, da rifare. Per togliere i ragazzi dalla strada bisogna incentivare gli spazi ricreativo/culturali e i servizi e le attività sportive comunali; a proposito sig. Sindaco il campo di Ciccarello dove anche Lei da ragazzo giocava (ed era anche bravino) come mai è completamente abbandonato? Per non parlare della vergogna del campo coni. I ragazzi di Reggio che non possono permettersi iscrizioni a circoli e a società private dove giocano? dove possono praticare sport incanalando in modo corretto la loro esuberanza giovanile? Perché non si recuperano Villa Guarna e la scuola Bevacqua per costruire un’area attrezzata, una vera biblioteca, una scuola di computer educativo per ragazzi con lo studio delle lingue per aiutare l’ inserimento dei giovani nell’Europa del futuro. L’Amministrazione Comunale, SE ESISTE VERAMENTE, se ne faccia carico. Un presidente di commissione e consigliere comunale ha dichiarato su rtv il giorno 20/07/17 che “con la legge regionale tutti i cittadini con precedenti penali non hanno diritto a case popolari; forse costui vive sulla luna perché se così fosse i rioni Marconi e Arghillà si svuoterebbero e per fare ciò ci vorrebbe un sindaco con la “S” maiuscola, come ha fatto un pò di anni fa il sindaco Peppe Scopelliti all’ex caserma 208. Sindaco, rivalutiamo questa magnifica città, già definita Bella e Gentile, Lei che è giovane ascolti i cittadini e non certi burattini mestieranti della politica, questa che Lei oggi ha la fortuna di gestire è una città dal patrimonio inestimabile, LA SAPPIA VALUTARE, REGGIO CALABRIA LO MERITA”. E’ quanto scrive in una nota Antonino Bonforte, presidente dell’associazione Sbarre per Sempre.