Reggio Calabria: alla Mediterranea le “Giornate Internazionali di Diritto Europeo”

All’Università Mediterranea di Reggio Calabria le “Giornate Internazionali di Diritto Europeo”

università mediterraneaProseguono le attività formative di respiro internazionale promosse dal Dipartimento di Giurisprudenza di Diritto ed Economia di Reggio Calabria, recentemente riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Università come “Dipartimento di eccellenza” in Italia. Il Master internazionale in Diritto privato europeo, recentemente istituito proprio dal Dipartimento DIGIEC dell’Università di Reggio Calabria, organizza le “Giornate Internazionali di Diritto Europeo”, in collaborazione con il “Mediterranea International Centre for Human Rights Research” (MICHR) e con sette prestigiosi Atenei stranieri, per commemorare i 60 anni dei Trattati di Roma ed i 30 anni della nascita del Progetto Erasmus. L’iniziativa si svolgerà il 25 ed il 26 luglio 2017, alle ore 18:00, presso l’Aula D11 del Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria (via salita Melissari). Saluti istituzionali:

Prof. Pasquale Catanoso (Rettore dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria)

Prof. Massimiliano Ferrara (Prorettore e Coordinatore del Corso di laurea in Economics)

Prof. Francesco Manganaro (Direttore del Dipartimento DiGiEc della “Mediterranea”)

Relazioneranno:
Prof. Amalia Chiara Di Landro (Università “Mediterranea” di Reggio Calabria)

Prof. Maria Fuensanta Gómez Manresa (Universidad de Murcia)

Prof. Monika Jagielska (University of Katowice)

Prof. Mariusz Jagielski (University of Katowice)

Prof. Grzegorz Kozieł (“Marie Curie Skłodowska” University of Lublin)

Prof. Vanesa Morente Parra (Universidad Pontificia Comillas de Madrid)
Prof. Oscar Pérez de la Fuente (Universidad Carlos III de Madrid)

Prof. Tiziana Rumi (Università “Mediterranea” di Reggio Calabria)
Prof. Claudio Jesus Santagati (Universidad del Salvador de Buenos Aires)

Prof. Michele Sità (University of Budapest)

Prof. Angelo Viglianisi Ferraro (Università “Mediterranea” di Reggio Calabria).

Approfittando della presenza dei Visiting professors, il 26 luglio alle ore 18:00 verranno, inoltre, consegnati gli attestati di partecipazione ai laboratori culturali e alle iniziative (convegni, seminari, viaggi-studio) promossi nell’anno accademico 2016-2017 dal Movimento Contaminiamo i Saperi. Saranno, infine, conferite due borse di studio ad altrettanti giovani laureandi in Giurisprudenza particolarmente meritevoli, offerte dal Centro Monoriti e dall’Associazione Biesse (presieduta dalla dott.ssa Bruna Siviglia). L’iniziativa, inserita tra le attività formative del Master e pensata per gli studenti del DIGIEC (ai quali conferisce 2 cfu), i laureandi ed i laureati dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, è aperta gratuitamente a tutti gli interessati.  Informazioni più dettagliate sul Master internazionale, al quale è possibile iscriversi entro fine luglio, sono reperibili sulla pagina dell’Ateneo reggino: https://www.unirc.it/comunicazione/articoli/17562/master-internazionale-ii-livello-in-diritto-privato-europeo-bando-2016-2017. Il Master, che ricalca modelli già ampiamente sperimentati con successo presso le Facoltà di Giurisprudenza delle Università di Amsterdam, Lussemburgo, Barcellona, Maastricht, Roma (“La Sapienza”), presenta delle peculiarità che lo rendono perfino più appetibile per i giovani calabresi (i quali potranno ottenere una borsa del MICHR a copertura a copertura del 50% del costo di frequenza). Iscrivendosi al percorso in questione, i laureati avranno infatti diritto ad un viaggio-studio di 4 giorni presso le Istituzioni europee (Bruxelles, Strasburgo o Francoforte) e ad un weekend formativo presso un residence turistico (con voli e alloggio pagati dal Master stesso e da soggetti partner dell’Ateneo reggino), oltre ad ottenere un triplice certificato (quello di conseguimento del titolo di Master, quello di partecipazione ad un corso intensivo di Europrogettazione e quello di partecipazione ad un corso di inglese giuridico).

Le lezioni, che si svolgeranno il venerdì pomeriggio ed il sabato mattina presso la sede dell’Università “Mediterranea”, saranno tenute – in italiano o in inglese e spagnolo, ma con servizio di traduzione – anche da alcuni dei più noti professori di 20 importanti Atenei stranieri (University of Cambridge, Londra, Brema, Lisbona, Porto, Madrid, Barcellona, Cordova, Siviglia, Strasburgo, Bruxelles, Cracovia, Lublino, Katowice, Brno, Zagabria, Bucarest, Sibiu, Maribor e Jaen) ed alcune saranno impartite online, consentendo così ai fuori sede di non dover raggiungere sempre la sede di Reggio Calabria. Ma, le particolarità del Master, che concorre a rendere il Dipartimento diretto dal prof. Francesco Manganaro davvero all’avanguardia e di livello internazionale, non finiscono qui. Il percorso formativo, che rientra fra quelli per i quali gli iscritti potranno godere della detrazione d’imposta del 19% in sede di dichiarazione dei redditi, prevede lo svolgimento di uno stage in Italia (presso studi legali, enti pubblici o privati di qualsiasi natura) o all’estero (presso oltre 50 enti ed istituti pubblici e privati disseminati in tutta Europa che sono convenzionati col Master), ed in quest’ultimo caso i candidati potranno godere di un contributo europeo che coprirà i costi dei voli e offrirà un rimborso forfetario di circa 500 euro al mese. Alle migliori tesi di Master verrà, inoltre, riconosciuto il diritto di pubblicazione (e potranno, quindi, essere inserite presso prestigiose riviste italiane o straniere). Iscrivendosi al Master, peraltro, si acquisirà lo status di studente universitario dell’Università di Reggio Calabria e pertanto sarà possibile usufruire degli innumerevoli benefici che la governance di Ateneo, grazie allo straordinario attivismo del Rettore Pasquale Catanoso, ha messo a disposizione degli iscritti alla “Mediterranea” (ingresso gratuito alla palestra universitaria e alla piscina di Parco Caserta, utilizzo gratuito degli autobus ATAM, partecipazione gratuita ai corsi e laboratori di lingua previsti in Ateneo, accesso gratuito alle biblioteche e ai servizi online, e partecipazione ai bandi dell’Ardis per lo svolgimento di viaggi-studio all’estero, finalizzati, ad esempio, a preparare la tesi finale con correlatore straniero).