Reggio Calabria, accolto il ricorso proposto dall’imprenditore Nicola Comerci

A Reggio Calabria la Cassazione ha accolto il ricorso del noto imprenditore calabrese Nicola Comerci

cittadella regione calabriaAl termine della camera di consiglio del 19 luglio, la quinta sezione penale della Corte di cassazione ha accolto il ricorso proposto dal noto imprenditore calabrese Nicola Comerci, assistito dagli avv.ti Nico D’Ascola, Ettore Squillaci e Giovanni Vecchio, avverso il provvedimento con il quale il Tribunale del riesame di Reggio Calabria aveva confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.i.p. Nicola Comerci è stato tratto in arresto il 21 febbraio scorso ed è attualmente indagato nell’ambito del procedimento “Provvidenza 2”, perché accusato di avere fatto parte dell’articolazione della ‘ndrangheta attiva nel mandamento tirrenico della provincia di Reggio Calabria. Secondo l’accusa Comerci avrebbe creato un impero economico nel settore turistico-ricettivo avvalendosi dei capitali e della protezione della criminalità organizzata, della quale avrebbe rappresentato il braccio imprenditoriale. Per effetto dell’annullamento con rinvio da parte della Suprema Corte, si dovrà ora celebrare un nuovo giudizio davanti al Tribunale del riesame.