Record nei 400 metri di Giovanni Barletta e belle prove dei reggini al Meeting “Città di Cosenza”

FotoBarletta_LatellaIl meeting Città di Cosenza disputatosi sabato 1 luglio scorso, sull’impianto dello stadio Comunale “San Vito Marulla” dell’omonima Città, ha regalato spettacolo e pioggia di risultati molto interessanti dal punto di vista tecnico, fra tutti risalta la prestazione del giovane reggino tesserato per l’Atletica Olympus: Giovanni Barletta allenato dal tecnico Pasquale Latella; il forte quattrocentista con una prestazione finalmente indovinata dal punto di vista della distribuzione dello sforzo, col tempo finale di 48”78 oltre a migliorare il suo personale, in un colpo solo fa il record della categoria Promesse, il precedente apparteneva a Giovanni Crea (NAF Aranca) con 49”1 stabilito sempre a Cosenza nel 2005, ma soprattutto migliora di tanto il record Calabrese più longevo dell’atletica Calabrese, stabilito a Palermo il 3 novembre nel lontano 1975 sempre da un reggino: Paolo De Stefano (Atl. Minniti) col tempo di 49 netti. La partenza dei blocchi dalla terza corsia lo favoriva avendo come riferimento l’atleta della K42 Daniel Hutanu che occupava la quinta, al passaggio dei 200 metri (23”20) Giovanni era appaiato al suo avversario, da quel punto incominciava la sua progressione che lo vedeva di qualche metro avanti sulla dirittura del rettilineo finale, il passaggio in 35”50 ai 300 metri era ottimo, questo è il momento critico di tutti i quattrocentisti, dove l’acido lattico si fa sentire nei muscoli e blocca la fluidità della corsa, il momento in cui se si è esagerato in precedenza si paga, la determinazione e l’allenamento appropriato in questi casi fanno la differenza, anche l’incitamento dei compagni e del pubblico presente in tribuna hanno spinto Giovanni negli ultimi metri, il cronometraggio elettrico segna 48”78 e di colpo la fatica svanisce. Nelle restanti gare da elogiare la prova del neo campione Italiano dei 3000 m, questa volta presente nella gara dei 1500m Ayoub Idam della K42 di Cosenza che migliore il personale di 8”sulla distanza chiudendo in 3’59”92, bellissima prova del brindisino Giovanni Susca che nei 5000 m col tempo di 15’47”28 si aggiudica il Memorial “Antonio Misasi”, gli altri reggini che si sono messi in evidenza nelle restanti gare sono: Vincenzo Piccolo (Atletica Olympus) e la compagna di squadra Beatrice Romeo che vincono i 100 m rispettivamente in 11”80 e 12”69, Vincenzo Nicolò dell’Atletica Barbas vince la gara degli 80 m piani Cadetti col tempo di 10”00, Alessandro Vitale dell’Atletica Olympus vince i 300 m categoria Ragazzi, il giovane Palmese Antonino Leonello in forza alla Violetta Club di Lamezia si aggiudica i 1000m Cadetti, belle anche le prove dei giovani Youssef Nasr Allah ed Elisa Maria Valente di Sant’ilario Dello Ionio tesserati per ASD Zagara, di Domenico Lentini che si aggiudicano rispettivamente la gara dei 1200 m siepi e i 1000 m piani.