Palermo, in arrivo lo spettacolo “Eternity” al teatro Santa Cecilia

A Palermo è tutto pronto in vista dello spettacolo “Eternity” il 7 luglio al teatro Santa Cecilia

Foto Filippo Luna Eternity 2017

Eternity, regia di Claudia Puglisi, con Filippo Luna e Silvia Scuderi, per la prima volta a Palermo al teatro Santa Cecilia il 7 luglio alle ore 19. Uno spettacolo duro che strappa le viscere per l’orrore dell’argomento trattato e che ci invita a riflettere sulla pericolosità dell’amianto e sugli imprenditori spregiudicati che lucrano sulla pelle dei lavoratori. Il racconto, scritto e diretto da Claudia Puglisi, è liberamente ispirato al libro di Emiliano Fittipaldi Così ci uccidono (Rizzoli). Il progetto, curato da Turi Occhipinti e Gaetano Scollo, dall’Associazione culturale La Compagnia Prese Fuoco e da Sentieriblei, prende spunto da un fatto di cronaca, quando nel 2012 il tribunale di Torino condannò in primo grado a 16 anni il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny, 65 anni, e il barone belga Louis De Cartier, 91 anni. Entrambi gli uomini, ma in periodi diversi, furono a capo dell’Eternit, la multinazionale che produceva amianto e che in Italia possedeva diversi impianti. Quella di Torino fu giudicata una sentenza storica, i due imprenditori furono accusati di disastro doloso permanente e di omissione dolosa di misure antinfortunistiche, secondo i giudici sulle spalle dei due miliardari pesarono le morti di migliaia di persone tra operai, familiari e cittadini comuni tutti colpiti da mesotelioma pleurico, considerato dai medici uno dei tumori più aggressivi e mortali. “Il nostro obiettivo – spiega Claudia Puglisi all’Ansa, affiancata in questo suo ultimo lavoro dai familiari dei morti per amianto – è quello di tentare di rendere giustizia alle vittime anche attraverso il teatro. La rappresentazione dell’ingordigia del denaro a danno della vita delle persone è uno degli argomenti che più ci sta a cuore. Le atrocità che sono venute fuori negli ultimi anni ci hanno portato a voler realizzare uno spettacolo che possa raggiungere le coscienze di tutti quanti”.